Cerca

L’attività divulgativa posta in essere anche dai Carabinieri di Orvieto e dell’orvietano, ha riscosso grande interesse e attenzione sia da parte dei privati cittadini sia da parte delle locali amministrazioni che, unitamente all’Arma, sono apparse sinceramente liete di organizzare le iniziative in riferimento contribuendo attivamente all’effettiva realizzazione degli specifici incontri.

Sono state infatti create positive condizioni per il raggiungimento di un gran numero di persone, potenzialmente vittime del fenomeno in riferimento. In tutti gli incontri il feedback è stato assolutamente positivo, come facilmente riscontrabile dal coinvolgimento attivo e dal grande interesse scaturito nei confronti della tematica.

Negli ultimi due mesi i Comandanti di Stazione Carabinieri umbri hanno effettuato: 1 incontro presso la sala consiliare del Comune di Ficulle, cui hanno partecipato il Sindaco ed il Comandante di Compagnia, Capitano Nicola Parente; 1 incontro presso la Sala Parrocchiale di Castel Giorgio; 2 incontri presso le Sale Parrocchiali di Allerona e di Allerona Scalo; 2 incontri presso l’Oratorio ed il Circolo Arci di Monteleone d’Orvieto; 4 incontri presso le Chiese di Montegabbione, quella della frazione Faiolo, di Montegiove e presso la Sala Consiliare di Montegabbione; 1 incontro presso la Sala Consiliare di Porano; 1 incontro presso il Circolo Anziani “Madonna del Leone” di Baschi; 1 incontro presso il Centro Ricreativo Culturale di Castel Viscardo; 1 incontro presso la Sala Comunale di San Venanzo; 2 incontri presso il Circolo Sociale Anteas di Orvieto Scalo e presso il Circolo Anziani di Sferracavallo; infine 1 incontro presso la Casa di Quartiere “La migliore gioventù” di Fabbro. Per un totale di 17 incontri cui hanno partecipato poco meno di 320 anziani che hanno ascoltato i consigli dei Carabinieri.