Cerca

Un diverbio con un coetaneo si è trasformato in una furibonda lite. Ad azzuffarsi sono stati due giovani all’interno della stazione di Spoleto, creando turbamento tra i presenti tanto da richiedere l’intervento degli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto.

Gli operatori, giunti immediatamente sul posto, hanno individuato un ragazzo – sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova – del quale, nel pomeriggio, era stata data segnalazione dell’allontanamento dalla struttura nella quale si trovava.

Il giovane presentava una ferita alla gamba destra. Dopo aver chiesto l’intervento del personale sanitario del 118, i poliziotti hanno perlustrato la zona al fine di rintracciare gli altri soggetti coinvolti nella lite e hanno riscontrato che la porta della sala viaggiatori era stata danneggiata.

All’arrivo dei sanitari, gli agenti hanno scortato l’ambulanza fino al Pronto Soccorso dell’ospedale dove il giovane è stato sottoposto alle cure necessarie. Sentito dagli operatori, il ragazzo ha raccontato di aver avuto un diverbio con un coetaneo che era degenerato in una violenta lite, al termine della quale, l’aggressore si era dato alla fuga.

Dimesso dall’ospedale e ultimate le attività di rito, gli agenti hanno riaccompagnato il giovane presso la struttura dal quale si era allontanato nel pomeriggio.