Era probabilmente l’unica gara che la Ternana non doveva perdere. Una sorta di spareggio-salvezza, tra due formazioni comunque abituate a trovarsi nei bassifondi della classifica di Serie B. I rossoverdi l’hanno steccata, giocando (o meglio non giocando) con una sorta di eccessivo timore, quasi si accontessaro dello 0-0 iniziale. Ma in questi casi, si sa, la beffa è dietro l’angolo.

Gettate al vento le occasioni per passare in vantaggio con De Boer e Casasola (palo clamoroso), la Ternana si è ritrovata a subire il gol ascolano al 90esimo, non avendo, poi, il tempo e ldoprattutto la forza necessaria per riequilibrare l’incontro.

Con questa battuta d’arresto la Ternana ha in pratica gettato alle ortiche quanto di buono raccolto (in termine di punti) nella doppia trasferta lombarda, prima a Cremona e poi a Brescia.

Questo il dettaglio della gara:

Ternana (3-5-2): Vitali; Boloca (34′ st Sørensen), Dalle Mura, Lucchesi; Casasola (28′ st Favasuli), Luperini, Amatucci (1′ st Faticanti), De Boer, Carboni; Pereiro (34′ st Raimondo), Dionisi (Cap., 18′ st Distefano). A disp.: Franchi, Zoia, Favilli, Viviani, Łabojko, Pyythiä, Mărginean. All.: Roberto Breda

Ascoli (3-5-2): Vasquez; Vaisanen (35′ st Botteghin), Bellusci, Mantovani; Falzerano, Duris (17′ st Rodriguez), Di Tacchio, Caligara, Zedadka (27′ st Celia); Nestorovski (27′ st Tarantino), Valzania (17′ st Masini). A disp.: Viviano, Mengucci, Giovane, Streng, Adjapong, Milanese, Tavcar. All.: Massimo Carrera

Arbitro: Davide Ghersini (sez. Genova)

Marcatori: 45′ st Botteghin (A.)

Spettatori: 6.579 (di cui 56 ospiti e 1.987 abbonati)

 

Ternana ko con l’Ascoli, Breda: “L’idea di vincere c’è sempre, partita contratta con tanti errori”