La vittoria di Alessandra Todde in Sardegna è la conferma che anche in Umbria siamo sulla strada giusta. E’ la strada che con #unpattoavanti passa per Perugia, Foligno, Orvieto, Gubbio, Bastia Umbra, Marsciano e tanti altri comuni che andranno alle urne.

Dopo dieci anni è la prima volta che il campo progressista riesce a strappare una regione governata dalle destre. Un chiaro segnale che il vento sta cambiando. La luna di miele tra i cittadini e il governo è finita e il castello di menzogne con cui Giorgia Meloni ha costruito la sua vittoria sta crollando.

Quella di Alessandra Todde è la vittoria dal volto gentile ma dai contenuti radicali, che nasce senza mediazioni su temi importanti come beni comuni, transizione ecologica, difesa della sanità pubblica e diritti civili. Il segnale che chi vuole cambiare perché deluso dalle destre, non vota la brutta copia dei governi di centrodestra ma una proposta libera e innovativa. Una proposta empatica che parte dalla consapevolezza della sofferenza di ampie fette della popolazione. Quelle a cui le destre stanno togliendo ogni sostegno e ogni diritto, in primis quello di ricevere cure dignitose dal sistema sanitario nazionale pubblico.

Aggiungo con orgoglio che questa vittoria è anche frutto della capacità del Movimento 5 Stelle di mettere a disposizione del campo progressista candidature competenti e di altissimo profilo così come delle altre forze politiche di centrosinistra di aprirsi al cambiamento e giocare per vincere. Fino ad oggi troppe volte abbiamo visto la gerontocrazia di alcuni partiti lavorare per perdere meglio del M5S e continuare a mantenere lo status quo. E’ ora che il futuro delle nostre comunità venga deciso e reso migliore da chi quel futuro avrà tempo per viverlo.

Thomas De Luca, consigliere regionale M5S Umbria

 

Pd Terni: “quando tutti lavorano per una giusta causa l’alleanza funziona”

“Il risultato elettorale della Sardegna è un segnale importante e indicativo della voglia del Paese di affidarsi ad alternative serie e credibili. L’alleanza di centrosinistra, quando tutti i partner lavorano per una causa comune con generosità, funziona.

Il Pd di Terni ne è così convinto che da tempo lavora con impegno perseguendo questa strada che, siamo certi, nel prossimo futuro porterà ad importanti risultati.

Complimenti e buon lavoro ad Alessandra Todde, che abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare nel 2021 in occasione dell’Agorà sull’acciaio, organizzata dal Pd di Terni”.

Così la segreteria del Pd di Terni in una nota

 

Direttivo Terni Valley: “Buon lavoro Todde e benvenuti ai nuovi associati”

Uniti si vince. Una frase che non ci è nuova. Qualcuno si ricorderà era stata detta anche a Terni l’anno scorso, più e più volte. Chiudiamo gli occhi e immaginiamo come sarebbe andata. L’emozione di andare al ballottaggio, invece che l’umiliazione di restarne fuori e magari chissà anche un testa a testa col fiato sospeso fino a notte fonda. Nella peggiore delle ipotesi una opposizione di qualità e coesa, come quella degli ultimi anni. La vittoria in Sardegna di Alessandra Todde è una bella notizia: ci impone da un lato il dovere di ricordare cosa accadde un anno fa a Terni, l’antica lezione che ciascuno è artefice della propria fortuna, e dall’altro sperare che la lezione a Terni sia stata imparata, nonostante l’assenza di qualsiasi autocritica da parte dei pochi responsabili che a discapito di tutti hanno prodotto il risultato ormai noto. Un plauso quindi da parte nostra soprattutto alle classi dirigenti della Sardegna, che hanno saputo ascoltare il territorio e anteporre la sfida comune agli interessi di partito, investendo su una ottima candidatura. Un plauso a chi anche nei partiti locali della nostra città continua a impegnarsi per far sì che anche a Terni sia possibile un approccio diverso come quello che ha riportato la sinistra in Sardegna. Il nostro impegno, con serietà, autonomia e determinazione, per dare una prospettiva nuova, unitaria e vincente per la città, sta proseguendo. La campagna di tesseramento che abbiamo avviato appena dieci giorni fa sta dando grandi e significative soddisfazioni e ci spinge a continuare. Diamo il benvenuto alle tante e ai tanti che si sono iscritti, invitando tutti coloro che ancora non lo hanno fatto e hanno voglia di partecipare a farlo. Ringraziamo in particolare anche i due consiglieri comunali di Terni, Francesco Filipponi e Claudio Fiorelli, che con spirito di generosità e coraggio hanno deciso di associarsi e contribuire alla nostra realtà. Gli diamo molto volentieri il benvenuto”.

 

On. Pavanelli: “Sardegna, vittoria storica per Todde e il M5s”

“Alessandra Todde è la prima Presidente di Regione del M5S e la prima donna alla guida della Regione Sardegna. Si tratta di un risultato storico.
I cittadini sardi hanno deciso di voltare pagina dopo cinque anni di malgoverno di centrodestra. Cade così una retorica fatta di tanti slogan e pochi fatti, mai capace di occuparsi dei reali problemi che affliggono il Paese e i nostri territori. Il Movimento 5 Stelle continuerà ad essere agli antipodi rispetto a questo modo di fare politica, lavorando per la ricerca di soluzioni concrete. Lo abbiamo fatto in Sardegna grazie al grande lavoro di Alessandra Todde e di tutta la nostra comunità, proponendo un’alternativa seria e credibile insieme alle forze politiche che hanno deciso di condividere il nostro stesso cammino. Lo abbiamo fatto senza i soliti accordi privi di logica e realizzati ai soli fini elettorali che hanno solo l’effetto di paralizzare l’esecutivo. I cittadini sardi avranno presto la prova di aver fatto la scelta giusta. Buon lavoro, Presidente Todde”.

Così con una nota la deputata del Movimento 5 Stelle, Emma Pavanelli.

 

LA VITTORIA DI ALESSANDRA TODDE IN SARDEGNA DIMOSTRA CHE ‘UN PATTO AVANTI’ È LA STRADA GIUSTA PER L’UMBRIA.

Nota diffusa della coalizione un “Patto Avanti” composta da PD, M5S, AVS, Demos, Formazione Civica per la Sanità pubblica e Civici umbri

“La proposta del centrosinistra in Umbria tramite la piattaforma ‘Un Patto Avanti’ è stata basata, sin dall’inizio, sui programmi e sui bisogni delle persone, a cominciare dalle più fragili e vulnerabili. Un percorso che si contrappone all’arroganza di chi vuole imporre dall’alto le candidature e cura solo gli interessi di pochi. I partiti e le forze civiche che si sono uniti attorno a questo nuovo approccio nel fare politica intendono presentarsi come un’opzione libera e innovativa per tutti i cittadini umbri che andranno al voto nei prossimi appuntamenti elettorali, a partire dai Comuni per arrivare alla Regione. In quest’ottica, la vittoria di Alessandra Todde in Sardegna dimostra che chi vuole cambiare non sceglie la brutta copia dei governi di centrodestra, ma punta su una proposta inclusiva che guarda prima di tutto alle necessità delle fasce più deboli della popolazione. Da qui è partito il nostro percorso, che oggi prosegue con rinnovata fiducia ed entusiasmo, nella consapevolezza che solo fornendo candidature competenti e di alto profilo è possibile riportare al successo il campo progressista. È la conferma che, partendo da valori condivisi, si può lavorare per il futuro delle comunità, con un impegno concreto per migliorare le condizioni di vita di tutti. La vittoria di Alessandra Todde è un chiaro esempio di come le alleanze di centrosinistra, quando costruite con generosità e orientate verso una causa comune, possono ottenere risultati significativi e, forse, insperati. La scelta della Sardegna di affidarsi a un’alternativa seria e credibile è il segnale che il centrosinistra è pronto a guidare il cambiamento. Complimenti e buon lavoro a Alessandra Todde, siamo sicuri che questo è solo l’inizio”.