Il bilancio di previsione 2024/2026 mette in luce le superficiali menzogne del sindaco Bandecchi e dei suoi collaboratori. Dopo i tagli di centinaia di migliaia di euro operati a scapito delle fasce più deboli, si registra l’ennesimo bagno di sangue con aumenti indiscriminati su parcheggi, mense, asili e altre voci di spesa, in capo ai cittadini utilizzati come bancomat. Particolarmente scandaloso è il fatto che tali aumenti siano stati ufficialmente confermati dallo stesso sindaco, il quale durante la campagna elettorale affermava di essere disposto a coprire personalmente i debiti del Comune con dichiarazioni del tipo: “20 milioni ce li metto io” e “troverò i soldi, sono capace di farlo”. Attualmente, sembra che la priorità del bilancio di questa deludente esperienza di governo sia subordinata a provvedimenti finalizzati a garantire visibilità in vista delle prossime elezioni regionali. Riteniamo che non debbano essere le fasce più deboli, famiglie e imprese a sostenere le ambizioni politiche di qualcuno. È ormai evidente come il progetto di Alternativa Popolare, dopo aver disatteso tutte le principali promesse, si sia ridotto a un comitato elettorale dedicato a un singolo individuo. Siamo estremamente preoccupati per questa modalità utilitaristica di utilizzare le istituzioni, poiché il rischio maggiore è che una volta raggiunti gli obiettivi personali dei singoli, ci ritroveremo a gestire una situazione contabile e amministrativa peggiore di quella lasciata dal centrodestra.

Movimento 5 Stelle Terni, lista Bella Ciao, Rifondazione Comunista Terni