“Non è possibile, per il PD, ipotizzare accordi politici di qualsiasi genere con Stefano Bandecchi. Se, su un tema delicato come quello della gestione dell’acqua pubblica, è quasi obbligatorio avere confronti tra comuni interessati, è impensabile, ovviamente, stringere accordi con lui e il suo movimento. Non sarebbero neppure accordi ‘istituzionali’ perché Bandecchi, pur essendo diventato Sindaco, non ha rispetto alcuno per le istituzioni. Lo hanno dimostrato gravissimi fatti avvenuti nei confronti di consiglieri comunali, giornalisti, e tante sue dichiarazioni che non hanno nulla a che vedere con un confronto democratico, pure aspro. Anche per questo, e per i suoi conflitti di interesse, nelle scorse settimane ci siamo rivolti al Ministro dell’Interno Piantedosi. L’acqua, del resto, come sanno bene sindaci e amministratori, è un bene comune, pubblico, che tale deve rimanere e la gestione di questo bene deve essere affidata a persone di provata competenza e capacità tecnica e manageriale, con spiccata sensibilità ambientalista”.

NOTA CONGIUNTA DEPUTATA ANNA ASCANI E SENATORE WALTER VERINI