Cerca

Il Movimento 5 Stelle Umbria accoglie con estremo favore l’appello del segretario regionale del Partito Democratico Tommaso Bori per una mobilitazione comune sul tema della sanità. Un segnale che i cittadini ci stanno chiedendo ormai da troppo tempo per contrastare la disastrosa gestione delle liste d’attesa, della rete ospedaliera e della sanità territoriale. Fratelli d’Italia, la presidente Tesei e l’assessore Coletto sono riusciti dove prima nessuno mai: mettere d’accordo tutti, oltre ogni guerra di campanile e a cominciare dai loro stessi elettori, in un giudizio totalmente negativo sulla sanità umbra. Un esempio eclatante è il fantomatico terzo polo ospedaliero, tra lo smantellamento del nosocomio di Spoleto e il collasso di quello di Foligno che con gli stessi strumenti e risorse non può gestire pazienti dell’intera Valle Umbra e della Valnerina. Quattro anni di vuoto pneumatico della politica che ha avuto come unico obiettivo quello di trasformare l’Umbria in una terra di conquista da parte dei privati, lasciando campo libero alle pulsioni aziendalistiche dei burocrati di turno. C’è assoluto bisogno di andare oltre. Chi si pone come alternativa alla destra non può limitarsi a contestare il metodo, ma ha il dovere di entrare nel merito e prendere posizione. Contrapporre alle divisioni territoriali l’inalienabile diritto della persona all’accesso alla prevenzione e alle cure attraverso una sanità pubblica e gratuita. Su questo punto non ci sono equilibrismi possibili né astrazioni di sorta, ma solo azioni da mettere in campo. Il Movimento 5 Stelle costruirà alleanze sui contenuti, non sulla forma. Siamo disponibili a mettere in campo ogni sforzo possibile per trovare una sintesi anche su questioni che ad oggi sembrano registrare posizioni distanti, ma che in realtà sono più vicine di quello che pensiamo. Senza alcun compromesso o ipocrisia sui diritti e sulla salute. Abbiamo un’occasione: dimostrare già dal 23 settembre di essere uniti al fianco dell’amministrazione di Spoleto dando un forte segnale alla presidente Tesei. Trasformiamo questa manifestazione in una mobilitazione regionale. Tutti i territori dell’Umbria, a partire dai nostri amministratori, a fianco dei cittadini.

Thomas De Luca consigliere regionale e portavoce regionale Movimento 5 Stelle Umbria