Con l’obiettivo di qualificare l’Umbria in ambito europeo, favorire la conoscenza delle opportunità che l’Ue offre e contribuire, in ottica collaborativa e partecipativa, a migliorare la ripresa economica e sociale post pandemia, l’Assemblea legislativa, in collaborazione con la Scuola umbra di amministrazione pubblica, ha ritenuto opportuno realizzare un percorso partecipativo con gli stakeholder del territorio. Si tratta della Conferenza sul futuro dell’Europa, uno spazio di incontro pubblico con eventi e dibattiti da cui deriverà la formulazione di raccomandazioni a cui l’Unione dovrà dare seguito. Il percorso avrà inizio a palazzo Cesaroni (sala Brugnoli) mercoledì 13 aprile, alle 11.15 con una prima plenaria e si chiuderà il 12 maggio con una seconda plenaria.

Prevede la costituzione di quattro Laboratori, coordinati da un facilitatore esperto, su Lavoro, Sviluppo economico, Stili di vita e salute e Transizione ecologica e sostenibilità ambientale. Ogni Laboratorio, a cui parteciperanno gli stakeholder del territorio, individuerà i problemi più rilevanti e le potenzialità che esistono oggi, in Umbria, in relazione al tema discusso e le strategie che l’Ue dovrebbe sostenere per affrontare i problemi identificati.

I suggerimenti e le proposte verranno raccolte in un unico documento finale, sotto forma di raccomandazioni per il futuro dell’Europa. Sarà possibile seguire le due sessioni plenarie online sul canale Youtube dell’Assemblea o collegandosi alla piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa.

Dopo i saluti del presidente dell’Assemblea legislativa, Marco Squarta e della presidente della Giunta regionale, Donatella Tesei, i lavori verranno introdotti dalla vice presidente dell’Assemblea legislativa, Paola Fioroni a cui faranno seguito gli interventi di Fabio Raspadori (Università degli studi di Perugia), Marco Magarini Montenero (amministratore unico Villa Umbra), Monica Puel (facilitatrice senior percorsi partecipativi). I lavori verranno coordinati da Paola Fioroni.