L’inflazione a Terni a dicembre si rialza leggermente  attestandosi a  +0,9% ( +0,8% a novembre), mantenendosi un po’ più alta della media nazionale (+0,6)
I servizi statistici comunali hanno diffuso il bollettino di dicembre.

Anche questo mese andamento ben differente si osserva per i Prodotti alimentari e le bevande analcoliche che hanno fatto registrare diversi rincari e in media prezzi saliti del +7,4%. Frutta e verdure, anche quelle di stagione fanno segnalare i rincari più consistenti. A dicembre scende, malgrado il largo consumo in coincidenza con le festività, il prezzo dello spumante (-9%) era però rincarato nei mesi precedenti. Diminuite le bollette rispetto a dicembre 2022.

Su base annua l’inflazione maturata a Terni nel 2023 è stata pari a +6% dato superiore alla media nazionale (+5,7%) ma più basso rispetto al capoluogo di regione. Per Perugia infatti l’inflazione media anno 2023 è stata del +6,4%. In termini di rincaro annuo per famiglia media (in euro), da uno studio effettuato sempre facendo riferimento ai dati Istat, Terni si posiziona al 17esimo posto della classifica, con un incremento della  spesa media familiare di 1.378 euro mentre Perugia entra nella top ten di città più care con una spesa aggiuntiva annua pari a €.1.470 per famiglia.