Potenziamento dell’operatività nel sostegno alle imprese, alle famiglie e ai territori. Sono questi i tre assi portanti sui quali Sviluppumbria orienterà le sue azioni secondo il piano industriale triennale 2024-26, presentato nel corso dell’assemblea dei soci tenutasi nella sede di Perugia alla presenza dell’assessore regionale allo Sviluppo economico, Michele Fioroni. Tra i partecipanti, in presenza e da remoto, c’erano i rappresentanti di: Regione Umbria, dei Comuni di Terni, Foligno e Umbertide, della Camera di Commercio della provincia di Perugia, il Collegio sindacale.

Approvato all’unanimità, insieme al Piano annuale 2024, conferma il rafforzamento del ruolo di Sviluppumbria come soggetto di riferimento regionale sui temi dello sviluppo d’impresa, dell’internazionalizzazione, del supporto al trasferimento tecnologico e alle startup, dell’attrazione di investimenti esogeni nella pro-pulsione delle dinamiche di ripresa e di sviluppo delle imprese, oltre a fornire servizi di consulenza alle imprese sempre più mirati. Un’attività che Sviluppumbria esercita attraverso: agevolazioni e progetti di assistenza a sostegno delle imprese umbre; assistenza e sostegno economico alle famiglie; sviluppo e attuazione di progetti strategici a sostegno dello sviluppo economico locale. Tutte azioni, queste, che vanno ad integrarsi con quelle di supporto alla promozione turistica, alla gestione del patrimonio immobiliare della Regione e all’attrazione di investimenti.

In termini numerici, il budget 2024 ha evidenziato un risultato positivo, con utile ante imposte di euro 42.417, con un totale di valore della produzione di euro 9.668.799 e costi della produzione per euro 9.621.802.

“Un’agenzia che stiamo riposizionando per accompagnare le imprese nei processi di transizione digitale, di scoperta imprenditoriale – ha commentato l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Michele Fioroni, a margine dell’assemblea – cercando di soffermarci in modo particolare su quella che a noi piace chiamare la filiera dell’innovazione, che va dal proof-of-concept fino allo sviluppo di un’ampia serie di strumentazioni. Quindi, una cassetta degli attrezzi a supporto di chiunque voglia cimentarsi con una nuova attività imprenditoriale, sviluppare un’idea o un progetto d’impresa. Sotto questo punto di vista, sarà per noi fondamentale disseminare la cultura dell’innovazione, sia a livello di piccola-media impresa che di star up, che di nuove generazioni, con una grande attenzione del concetto di imprenditorialità all’interno delle scuole”.

 

“Con l’approvazione dell’assemblea dei soci – ha sottolineato l’Amministratore Unico, Michela Sciurpa – sono state confermate e rafforzate le attività sul territorio regionale per il triennio 2024-2026 e quelle annuali del 2024. Le linee sono quelle del supporto alle imprese, all’internazionalizzazione, all’innovazione, ma anche alle famiglie, un sostegno sociale che offriamo dal 2022, oltre alla promozione del turismo e dei grandi eventi. Una Sviluppumbria consolidata nelle sue attività che presuppongono anche un grande impegno operativo, informativo e di comunicazione, dall’ambito delle start up, alla creazione di impresa, alla scoperta imprenditoriale, all’accademia pratica dell’innovazione; ma anche la presentazione dell’offerta turistica 2024 della regione Umbria, con la presenza, ad esempio, all’importante fiera del turismo di Bit, di Milano, alla fiera internazionale del TTG di Rimini. In questo caso, mi fa piacere sottolineare l’organizzazione di Sviluppumbria di importanti eventi regionali, come Umbria Libri e Umbria Cinema Festival, sempre del 2024. Quindi una società rafforzata nella sua operatività che vuole dare il proprio contributo all’amministrazione regionale, ai soci, ma soprattutto alla comunità umbra, nell’insieme delle sue imprese, delle sue famiglie e dei suoi operatori del turismo. Una Sviluppumbria che amplia le proprie attività – evidenzia Michela Sciurpa - pur facendo sempre molta attenzione al risparmio di risorse pubbliche; infatti, dal 2020 ad oggi sono stati risparmiati ben più di 500mila euro di risorse destinate al personale dirigente, altre ne saranno risparmiate in futuro. Una Sviluppumbria riorganizzata, sempre operativa, sempre presente su tutto il territorio regionale. Un ente sul quale la Regione Umbria puòcontare, ma soprattutto possono contare i cittadini umbri, le famiglie, le imprese”.