A seguito delle determinazioni assunte in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento in Prefettura, sono stati ulteriormente intensificati i controlli straordinari interforze nella provincia di Perugia al fine di prevenire e reprimere gli episodi di microcriminalità, reati contro il patrimonio, immigrazione clandestina spaccio di stupefacenti e aggressioni.

L’attività di prevenzione svolta ad Assisi ha visto l’impiego di un dispositivo interforze composto da personale della Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Arma dei Carabinieri, che hanno effettuato un attento controllo, anche con pattugliamenti appiedati delle zone attenzionate, identificando 170 persone; monitorati anche 108 veicoli e 4 esercizi commerciali.

I servizi hanno riguardato anche le aree urbane del Comune di Città di Castello e di Umbertide, dove il personale della Polizia di Stato, unitamente ai militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, oltre agli agenti della Polizia Locale, hanno effettuato un controllo del centro storico, estendendo poi il pattugliamento anche alle zone periferiche più isolate per prevenire i furti in abitazione e intercettare soggetti dediti alle attività illecite.

Durante i controlli interforze, il personale impiegato, nel corso degli 11 posti di controllo, ha identificato 229 persone e sottoposto a verifica 171 veicoli; contestate anche 3 sanzioni per violazioni del Codice della Strada.

Il monitoraggio interforze ha riguardato anche la città di Foligno e le zone della Fiamenga, della Paciana, di Borroni e Sant’Eraclio dove il personale del Commissariato di P.S., coadiuvato dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, ha effettuato diversi posti di controllo, utili per verificare il traffico in entrata e in uscita e sottoporre a verifiche più approfondite le persone sospette o con precedenti di Polizia.

L’attività di prevenzione nel folignate ha consentito l’identificazione di 105 persone e il monitoraggio di 70 veicoli; contestate anche 2 sanzioni per violazione del Codice della Strada.

I controlli hanno interessato anche 5 esercizi commerciali, dove si è proceduto a identificare gli avventori al fine di accertare l’eventuale frequentazione da parte di pregiudicati e ad effettuare verifiche di natura amministrativa circa il rispetto delle norme previste dal TULPS e di quelle relative al divieto di somministrazione di alcol a minori.

L’intensificazione dei controlli interforze proseguirà anche nei prossimi giorni.