“PegaSoS. L’App che accompagna le cure” è un progetto di umanizzazione delle cure e promozione del benessere 2.0, ideato da un team della Struttura Complessa di Psicologia. Si tratta di uno strumento che utilizza in maniera innovativa le tecnologie digitali. Il progetto è stato realizzato nell’ambito dei Percorsi di Conoscenza Trasversali e Orientamento (PCTO), ossia percorsi formativi svolti sulla base delle linee guida operative del MIUR, in convenzione tra gli istituti scolastici e le strutture ospitanti, in questo caso l’azienda ospedaliera di Terni. Gli studenti sperimentano sul campo l’applicazione di quanto appreso nella formazione scolastica. Nell’ambito di questi percorsi è stato ideato il progetto PegaSos, concretizzato dalla collaborazione tra l’azienda ospedaliera Santa Maria e l’Istituto Tecnico Tecnologico di Terni, con la collaborazione tra i reparti di Psicologia, Oncologia, Diabetologia e Nutrizione, Formazione, Qualità e Comunicazione, e il finanziamento dell’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro.

I contenuti della App – A spiegare i contenuti della App (web app) è stato il dottor Stefano Bartoli, responsabile della Struttura Complessa di Psicologia. “Questo nuovo strumento ha tre sezioni dedicate agli specifici bisogni e alle difficoltà dei pazienti, dei loro familiari e degli stessi operatori sanitari, che contengono informazioni, riferimenti e indicazioni mediche, psicologiche e nutrizionali, scientificamente validate dai sanitari dell’ospedale e dedicate alla promozione del benessere e alla prevenzione del disagio psicofisico connesso alla malattia e al percorso di cura stesso”.

La multidisciplinarietà – “Ulteriore elemento di pregio – ha spiegato la dottoressa Alessandra Ascani, responsabile della struttura dipartimentale di Formazione, Qualità, Comunicazione e dei PCTO – è dato dal fatto che la creazione dell’App ha visto la collaborazione dell’ospedale, della scuola e del Terzo settore, che hanno lavorato fianco a fianco in maniera sinergica. Tutti i professionisti coinvolti hanno fornito le strategie e gli strumenti psicologici, le  indicazioni di tipo medico e nutrizionale. Per la Formazione, Qualità e Comunicazione, il dottor Mariano De Persio ha curato l’organizzazione per l’accesso all’interno della struttura ospedaliera dei docenti e degli studenti che hanno creato la struttura informatica. La sezione di Terni dell’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro ha finanziato il progetto”.

“Grazie a tutti per la collaborazione – ha dichiarato Cinzia Fabrizi, dirigente scolastico dell’ITT – Questo progetto rappresenta un valore aggiunto, un elemento particolarmente innovativo. È molto significativo cercare la  collaborazione con la scuola, anche perché come istituto abbiamo la missione di fare rete con il territorio, puntando a far crescere le competenze dei nostri ragazzi. E questo ne è un esempio lampante”.

“I ragazzi hanno sviluppato un lavoro molto particolare ed efficace – spiega il professor Massimiliano Iommi, responsabile del progetto – È molto importante aver sviluppato un lavoro in team, con i ragazzi che hanno potuto operare con professionisti del mondo ospedaliero. E questo è sicuramente significativo”. Al progetto hanno preso parte gli studenti del quinto anno dell’ITT Stefano Negoita, Kevin Kulejmani, Alessio Giovannucci.

“Abbiamo subito accettato questa proposta – spiega Annarita Banetta, presidente dell’Aucc Terni – perché per noi questo è il futuro. Una app che possa alleggerire anche una sola giornata di malattia a un solo paziente, per noi è molto importante. Ora speriamo che il progetto prosegua e che questo strumento possa essere implementato”.

“Per garantire servizi di livello in Oncologia – ha spiegato Sergio Bracarda, primario di Oncologia – servono qualità e umanità. Oggi spesso ci troviamo di fronte a un uso sbagliato dei social, in cui si trova di tutto: questa app invece fornisce una qualità altissima di informazioni e questo ci permette di avere massima attenzione alla persona e a tutto il sistema che ruota intorno”.

Le informazioni – Già da oggi qualsiasi paziente, collegandosi al sito www.pegasos.online o attraverso i Qrcode affissi in Oncologia, può scaricare la app e trovare informazioni e indicazioni rispetto ai principali sintomi collegati alla propria patologia o agli effetti collaterali delle cure stesse, riferimenti utili per il ricovero, il Cup e altri aspetti del percorso di cura, unitamente a indicazioni nutrizionali, tecniche di rilassamento e gestione del disagio psicologico. In più, per gentile concessione del Comune di Terni, è stato inserito il collegamento con la Biblioteca Comunale per noleggiare libri, per effettuare tour virtuali di numerosi musei umbri e nazionali, luoghi di attrazione e socializzazione del territorio. Nella sezione riservata ai caregiver sono a disposizione, anche dei familiari, indicazioni per la gestione dei propri specifici bisogni e dell’eventuale stress connesso alla malattia del proprio caro. Per il personale sanitario sono stati pensati contenuti e strategie per la gestione dello stress lavorativo, la conciliazione vita-lavoro, la comunicazione delle cattive notizie, la gestione del conflitto e la prevenzione delle aggressioni sul lavoro, la gestione della leadership e il lavoro in team.