“Dopo la sforbiciata dello scorso anno, già denunciata dalla Filt Cgil, oggi arriva un nuovo duro colpo ai servizi del trasporto pubblico urbano di Orvieto”. A denunciarlo in una nota è il coordinamento orvietano della Filt Cgil, il sindacato dei trasporti dell’Umbria.  ”La famosa ‘Circolare B’ che compie nel suo tragitto tutto il giro della città, Piazza della Repubblica-Sferracavallo- Orvieto Scalo- Ciconia – La Svolta – scrive la Filt Cgil – per ben 2 volte durante la giornata si interromperà per una durata complessiva di circa 5 ore (quasi metà della copertura giornaliera) e passerà da una frequenza di una corsa ogni 45 minuti ad un’ora e mezza”.
Si tratta a detta del sindacato di “un taglio devastante al servizio, che metterà in difficoltà la città e quanti utilizzano il mezzo pubblico oltre che mettere in pericolo l’occupazione”. Secondo la Filt Cgil, inoltre, il servizio a chiamata che subentra “è un palliativo assolutamente inadeguato”. “Il trasporto si chiama pubblico perché deve essere garantito – conclude la Filt Cgil – il servizio a chiamata risponde esclusivamente a logiche di mercato, che sono distruttive in questo settore, tanto quanto le logiche di privatizzazione nella sanità”.