Il personale della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, è intervenuto in piazza Piccinino per una segnalazione di rapina in atto, ad esito del quale ha tratto in arresto un cittadino marocchino – classe 1983, gravato da numerosi precedenti di polizia, irregolare sul Territorio Nazionale – per il reato di rapina aggravata e lesioni personali aggravate.

Giunti sul posto, gli agenti, dopo aver contenuto l’aggressore, hanno sentito la vittima che ha riferito di essere stata avvicinata dal 40enne, il quale, dopo avergli chiesto insistentemente una sigaretta, al suo diniego, l’ha violentemente percosso – utilizzando un mazzo di chiavi -, sottraendogli poi il telefono per impedirgli di chiamare la Polizia di Stato.

Nell’occorso la vittima – che nel frattempo è stata soccorsa dal personale del 118 – ha riportato lesioni personali giudicate guaribili in 7 giorni.

Il 40enne è stato quindi accompagnato in Questura per le attività di rito, al termine delle quali è stato tratto in arresto per il reato di rapina aggravata e lesioni personali aggravate. Su disposizione del Pubblico Ministero è stato trattenuto presso la casa Circondariale di Perugia – Capanne, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’uomo è stato, altresì, deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di inottemperanza all’Ordine del Questore di lasciare il Territorio Nazionale.