Un uomo con precedenti di polizia, residente a Cittaducale, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Rieti dai militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Antrodoco per aver realizzato una fossa biologica sopra terra, in assenza di titoli autorizzativi.

Gli accertamenti, svolti con la collaborazione di A.R.P.A., A.S.L. e personale del Comune e avviati a seguito di esposto che segnalava la presenza di un forte male odore, hanno consentito di verificare l’abusiva realizzazione di un vero e proprio scarico a cielo aperto, in area sottoposta a vincolo paesaggistico. Il procedimento, attualmente in fase di indagini preliminari, consentirà all’Autorità giudiziaria di valutare eventuali responsabilità penali.

Nel frattempo, tempestiva è stata l’ordinanza sindacale del Comune di Cittaducale per imporre la cessazione dello scarico, con ripristino della rete fognaria e regolarizzazione delle fosse biologiche, obblighi a cui attualmente il responsabile ha solo parzialmente ottemperato.

Gli scarichi non autorizzati, priorità d’azione dei Carabinieri Forestale, costituiscono una grave violazione delle normative ambientali perché possono deteriorare irrimediabilmente l’ambiente, inquinando le acque e mettendo a rischio la salute pubblica.