Il personale della Polizia di Stato di Perugia, nell’ambito dei controlli alla Frontiera presso l’aeroporto “San Francesco” di Assisi, ha denunciato per il reato di possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere una donna, classe 1976, sorpresa con 5 coltelli all’interno del bagaglio da stiva.

Nello specifico, è stato il personale preposto alla vigilanza presso lo scalo aeroportuale ad accorgersi, durante le operazioni di check-in, che all’interno del bagaglio della passeggera erano presenti alcuni coltelli di grosse dimensioni.

A quel punto, il personale dell’Ufficio di Polizia con attribuzioni di frontiera ha avvicinato la donna che, sottoposta a perquisizione, è stata trovata in possesso di tre coltelli di oltre 25 centimetri e due coltellini in metallo di 9 centimetri.

Sentita in merito al possesso delle armi bianche, la 47enne non ha saputo fornire una valida motivazione, né un titolo idoneo al trasporto.

Per questo motivo, al termine delle attività di rito, gli agenti l’hanno deferita all’Autorità Giudiziaria per possesso di oggetti atti ad offendere; i coltelli, invece, sono stati sottoposti a sequestro.