I Carabinieri della Stazione di Cantalice hanno dato esecuzione a un ordine di espiazione di pena detentiva emesso a carico di un quarantacinquenne reatino, già noto alle Forze dell’Ordine.

Le indagini che hanno portato all’emissione del provvedimento restrittivo della libertà personale hanno avuto origine a giugno del 2021 quando l’uomo, a bordo della propria autovettura, aveva seguito l’ex convivente che, da sola, stava rientrando a casa. Una volta raggiunta la ragazza, l’uomo l’aveva più volte minacciata di morte danneggiando anche l’auto in suo uso.

I successivi accertamenti hanno permesso di documentare vari atti persecutori posti in essere a seguito della fine della relazione sentimentale intercorsa tra i due per i quali l’uomo è stato condannato alla pena di un anno e quattro mesi di reclusione.

Il quarantacinquenne, tramite il suo legale, ha poi presentato un’istanza al Tribunale di Sorveglianza di Roma al fine di ottenere l’affidamento in prova ai servizi sociali ma la richiesta è stata rigettata. L’interessato è stato così tratto in arresto e, terminate le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione ove si trova in stato di detenzione domiciliare.