Il personale della Polizia di Stato, a seguito degli approfondimenti investigativi svolti, ha sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino polacco, classe 1993, gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, ritenuto gravemente indiziato del reato di rapina.

Lo scorso 4 marzo, infatti, gli operatori delle Volanti hanno effettuato un intervento per una rapina impropria avvenuta in un esercizio commerciale per la vendita di prodotti per la persona e per la casa in località Elce.

Nell’occasione, il giovane, dopo essersi impossessato di un profumo di pregio, ha minacciato la dipendente per poi darsi alla fuga e far perdere le proprie tracce.

Dopo aver acquisito tutti gli elementi utili al rintraccio del responsabile, il personale delle Volanti ha avviato le ricerche dell’uomo che hanno dato esito positivo.

L’uomo, corrispondente alle descrizioni fornite, è stato sorpreso mentre si aggirava nei pressi della Stazione di Sant’Anna.

Accompagnato in Questura per le attività di rito, è emerso che il 30enne era già stato indagato per numerosi reati contro il patrimonio e che lo stesso risultava gravato dall’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, provvedimento disatteso, in più di una occasione, dall’uomo.

Per questi motivi, considerati i precedenti di polizia, i gravi indizi di colpevolezza nonché il pericolo di fuga, il 30enne è stato sottoposto alla misura precautelare del fermo di indiziato di delitto.

Su disposizione del Pubblico Ministero della Procura ella Repubblica di Perugia, è stato condotto presso la Casa Circondariale Capanne e il provvedimento convalidato.