“Da luglio 2023 – dichiara il vicesindaco di Terni con delega alla Comunicazione Riccardo Corridore – sono state installate 15 nuove telecamere, in particolare nelle aree della delegazione di via Puglie, di Largo Atleti Azzurri D’Italia, del Parco via del Tordo, della rotonda Stadio – Palasport, del Piazzale dei Poeti, del Piazzale Marinai d’Italia, di Piediluco, di Piazza San Giovanni Decollato, della Passeggiata, della Passerella della stazione compresa l’area del parcheggio.
La direzione servizi digitali, che ringrazio per la sua attività, per le implementazioni ha utilizzato anche risorse interne e forniture già in essere.
Sempre la direzione servizi digitali ha già fatto l’affidamento per l’attivazione di altre 7 telecamere che andranno a coprire o integrare le zone di Corso Tacito, Piazza Dalmazia, Parco Via Magenta, strada Achille Grandi, Parco Borgo Bovio, viale Brin.
Importante anche la risposta di sicurezza per i parchi cittadini. E’ in corso la gara per l’attivazione di 32 strumenti di videosorveglianza che riguarda i parchi cittadini:  La Passeggiata, Parco Ciaurro, Parco Le Grazie, Parco via Martiri della Libertà, Parco viale Luigi Campo Fregoso, Area Verde Viale Brenta, Parco Via Mola di Bernardo, Parco Viale Trento Emanuela Loi, Parco I Campacci – Marmore.
Il progetto parchi ha un valore complessivo di oltre 135 mila euro, finanziato per 105 mila euro tramite la partecipazione ad un bando del ministero dell’Interno e con 30.000 euro con fondi dell’Ente. Si prevede il completamento entro questa estate.
Le altre telecamere e la nuova centrale operativa della Guardia di Finanza sono state realizzate grazie ai fondi del Patto Terni Città sicura che prevedevano un investimento di 57.000 euro e a fondi interni dell’Ente per circa 20.000 euro.
II questi primi otto mesi il numero delle telecamere attive o in via di attivazione si incrementa dunque in maniera significativa. Si tratta di una risposta concreta di questa amministrazione comunale ai problemi di sicurezza che sono stati evidenziati in più circostanze e che riguardano in particolare i parchi cittadini che fino ad ora ne erano pressochè sprovvisti”.