Presentato stamane, presso la Bct di Terni, il progetto Scarty,  la raccolta differenziata giocando proposto dalla società COM.ING srl.
“Un progetto di comunicazione basato su un gioco di carte che cerca di insegnare ai bambini, in maniera divertente, come si fa la raccolta differenziata.

Le buone pratiche – ha detto l’assessore comunale alla Scuola Viviana Altamura – si possono imparare anche giocando e divertendosi con un mazzo di carte che, non a caso, si chiama Scarty”.
Il progetto è organizzato dagli assessorati all’Ambiente e alla Scuola del Comune di Terni ed è stato finanziato utilizzando i fondi del bando AURI destinati alla progettualità dei comuni umbri in tema riduzione dei rifiuti e ottimizzazione della raccolta differenziata.

L’assessore all’Ambiente Mascia Aniello sottolinea che Scarty ”è un gioco di carte che permette di informare, formare e sensibilizzare i più giovani insegnando loro che, impegnandosi in prima persona, attraverso azioni semplici, si può contribuire a rendere migliore l’ambiente che ci circonda, agendo nel presente e pensando al futuro. Scarty, con immagini accattivanti e meccanismo semplice, è  originale, permette di creare diverse strategie per giocare e vincere e coinvolge bambini e ragazzi perché è basato su strumenti adatti al loro apprendimento: le immagini, il gioco, sfida e l’interattività ottenuta grazie all’inserimento di Qr Code”.

“Le carte un centinaio con disegni di oggetti-rifiuto umanizzati – conclude l’assessore Viviana Altamura -  saranno utilizzate come strumento didattico nelle scuole elementari.
La scelta dei più giovani come target di riferimento non è casuale: i bambini sono portatori di novità all’interno del nucleo familiare e sono in grado di dare un contributo fondamentale alla modifica di abitudini consolidate.
Il progetto è rivolto in particolare agli studenti delle classi IV e V della scuola primaria e prevede la distribuzione dei mazzi a tutte le scuole cittadine che aderiranno. Gli studenti potranno esercitarsi per poi partecipare alla giornata conclusiva del progetto che sarà organizzata a maggio 2024″.