E’ in programma domenica prossima 25 febbraio alle 16,30 ad Avigliano Umbro la presentazione del libro “Anin“ di Angela Torri. L’iniziativa, organizzata dal Laboratorio del Paesaggio si svolgerà alla biblioteca comunale, alla presenza dell’autrice e degli organizzatori. Di seguito il comunicato: “Il libro di Angela Torri è un romanzo che ci trasporta magistralmente in un mondo in bianco e nero nello scenario della Grande Guerra.

Timau, il piccolo paese del Friuli a sei chilometri dal confine con l’Austria, è il palcoscenico dove la piccola comunità mette in scena solidarietà, amore, amicizia verso le domande universali dell’uomo di fronte all’orrore della Guerra. In questo scenario un manipolo di donne, le Portatrici carniche, risolve l’urgente problema dei rifornimenti al fronte, il fronte carnico, appeso su balze rocciose irraggiungibili anche per i muli, dove i due eserciti contrapposti si massacrano. Abituate da secoli per l’estrema povertà ad indossare la gerla, ora se la mettono sulle spalle al servizio del paese in guerra. Con qualsiasi tempo, in mezzo ai colpi nemici, ogni giorno, per ventisei lunghi mesi.

Tra la dura quotidianità e l’impegno per la patria, le donne riscoprono anche una nuova ‘sorellanza’ in cui spartire fatica e pena e la consapevolezza della propria coraggiosa forza. Con fluidità, sentimento e conoscenza storica Angela Torri ci fa conoscere alcuni aspetti del conflitto che troppo spesso non si leggono sui libri scolastici, ricordandoci che la storia è fatta dalle persone comuni, dall’ accettazione e dal sacrificio di uomini, donne e bambini che attraversano una storia fatta di povertà e dignità. Una testimonianza importante che scorre in parallelo all’altro libro realizzato da Rodolfo Tolomei e Enrico Grasselli che ha come protagonisti i soldati partiti per la Prima Guerra Mondiale dal territorio di Avigliano Umbro.

Un lavoro di ricerca complesso e attento che, analizzando documenti pubblici e privati, racconta la storia dei soldati, la storia delle persone, attingendo a lettere private e ai diari di guerra ci avvicina ai valori che hanno guidato le scelte, le emozioni, i pensieri, i desideri, gli affetti. Due libri diversi che convergono verso un unico obiettivo: dare valore alle persone che sono state protagoniste dello scenario della Grande Guerra. Un incontro importante tra letture, video e musica per conoscere meglio una pagina importante della nostra storia nazionale e locale, in connessione con il Museo storico delle Alpi Carniche, con studiosi e appassionati che credono nel valore della storia e della memoria.