Si è concluso con il segno positivo il bilancio 2023 delle attività dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), Direzione Territoriale per la Toscana e l’Umbria, diretta dal dott. Davide Bellosi.

Tanti, come noto, i settori delegati all’ADM, sia in campo tributario che extratributario: dai controlli e accertamenti su accise, dazi doganali e IVA, a quelli su importazione ed esportazione di valuta, alla verifica delle merci in transito, ai traffici illeciti di droga e sigarette, alle deleghe su ambiente e rifiuti, alla lotta alla contraffazione e tutela del Made in Italy, alla sicurezza dei prodotti, alla sorveglianza su giochi e tabacchi, fino alla più recente gestione della lotteria degli scontrini.

Sotto il profilo meramente contabile, grazie alle capillari attività, tradotte in 47.714 operazioni di controllo (in ambito doganale, in ambito accise e su passeggeri in transito in porti e aeroporti), la Direzione Territoriale per la Toscana e l’Umbria ha garantito l’accertamento di oltre 72 milioni di euro di maggiori diritti accertati nei settori dogane e accise e, sotto il profilo del sostegno alle imprese e all’economia, quasi 63 milioni quali riaccrediti o agevolazioni liquidate agli operatori, principalmente del settore autotrasporti.

Particolarmente significativo è risultato anche il contrasto agli illeciti extratributari, da cui è scaturito l’accertamento di un elevato numero di violazioni e il conseguente sequestro di ingenti quantitativi di merce.

-   Traffico di valuta: negli aeroporti di Pisa, Firenze e Perugia gli importi non dichiarati raggiungono quasi 4,4 milioni di euro. La normativa valutaria stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione per i trasferimenti di denaro contante di importo pari o superiore a 10.000 euro.

  • Lotta al traffico di stupefacenti: importanti e significativi risultati nella lotta al traffico di stupefacenti sono stati ottenuti nel corso nell’anno. Una mirata analisi dei rischi ha consentito ai funzionari ADM di Livorno di individuare varie spedizioni con il sequestro di complessivi 520 Kg di cocaina pura, per un valore di mercato di oltre 35 milioni di euro. La sostanza illecita era occultata nella struttura dei contenitori frigo provenienti dal Sud America, che trasportavano frutta o pesce congelato.

Tali attività, effettuate in collaborazione con la Guardia di Finanza di Livorno, hanno portato anche all’arresto di alcuni dei soggetti coinvolti.

  • Violazioni IVA Intracomunitaria e Plafond: nella lotta all’evasione fiscale e alle frodi connesse al regime dell’IVA Intra e all’utilizzo del Plafond IVA, i funzionari ADM operano anche attraverso l’esercizio di poteri di polizia tributaria e giudiziaria. Nel corso dell’anno sono stati accertati, spesso grazie a complesse attività di indagine penale, maggiori diritti per un valore superiore a 32 milioni di euro.
  • Tutela dell’ambiente: nel settore ambiente sono stati sequestrati più di 80 tonnellate di rifiuti tessili e quasi 5 mila Kg di rifiuti elettrici.
  • Contraffazione: i funzionari ADM operano negli spazi doganali e, su delega dell’Autorità giudiziaria, sull’intero territorio nazionale e contrastano l’importazione, l’esportazione e la circolazione delle merci sospettate di contraffazione. Possono procedere alla visita delle merci e al loro sequestro, alle consegne controllate di spedizioni sospette, ai controlli a posteriori con accesso presso i locali commerciali delle aziende, così come previsto dal codice doganale e dalle norme nazionali. Ancora, all’Agenzia fa capo il potere di sanzionare amministrativamente l’introduzione nello Stato di piccole spedizioni di merci provenienti da Paesi terzi, che violano le vigenti norme in materia di origine e provenienza dei prodotti ed in materia di proprietà industriale e di diritto d’autore. Nel complesso, sono stati quasi 5 mila i pezzi sequestrati per un valore commerciale di oltre 100 mila euro.
  • Sicurezza dei prodotti: ADM adotta procedure di controllo su prodotti soggetti a prescrizioni comunitarie o nazionali che ne richiedano la rispondenza a specifiche caratteristiche di “sicurezza” e/o di “conformità. Nel 2023 sono stati sequestrati 25 kg di cosmetici e 6 mila articoli sanitari, non rispondenti alle normative in vigore. A ciò si aggiunge il sequestro di quasi 20 quintali di carne e latticini, sprovvisti di certificazione sanitaria.
  • Rimborsi accise: è stata altresì intensa anche l’attività in favore dell’utenza e a sostegno delle imprese sul fronte delle agevolazioni e delle compensazioni economiche in materia di accise. Nel 2023, infatti, sono state liquidate agli operatori agevolazioni economiche per complessivi 62,7 milioni di euro (quasi 9 milioni in più rispetto all’anno precedente) tra agevolazioni agli autotrasportatori (46,85 milioni), riaccrediti (15,67 milioni), rimborsi in denaro (77 mila euro) e agevolazioni ai tassisti (163 mila euro).
  • Dogana a Km 0: gli Uffici ADM di Toscana e Umbria hanno riconosciuto lo status di esportatore autorizzato a 141 imprese. Tale riconoscimento consente all’operatore di attestare, in autonomia e nella propria azienda, l’origine preferenziale dei beni direttamente in fattura, indipendentemente dal valore della fornitura.

Il beneficio dello status di esportatore autorizzato va ad aggiungersi alle semplificazioni derivanti dall’autorizzazione al “luogo approvato” (42 autorizzazioni rilasciate nel 2023) che consentono di effettuare dogana a chilometro zero presso la propria sede, permettendo la consegna al vettore della merce già sdoganata per l’esportazione.

  • Giochi e tabacchi: l’Agenzia esercita il ruolo di presidio dello Stato nei settori dei giochi e dei tabacchi, garantendo gli interessi dell’Erario attraverso la riscossione dei tributi, tutelando il cittadino attraverso il contrasto agli illeciti e gestendo il mercato attraverso concessioni e atti regolamentari. L’attività della Direzione si è concentrata sulla lotta al gioco illegale, sul contrasto alle cause delle varie forme di ludopatia, sulla prevenzione e repressione del gioco e del tabagismo minorili. Sul territorio toscano e umbro sono state condotte numerose operazioni sia in autonomia, sia in collaborazione con altre Forze di Polizia, per verificare il rispetto della normativa di settore.

Nell’ambito del contrasto al gioco illegale sono stati controllati 2.248 esercizi (1.279 esercizi con apparecchi da intrattenimento, 252 Punti Scommesse, 15 Sale Bingo, 506 Punti Lotto e 196 con Enalotto), con il riscontro di 246 irregolarità.

Complessivamente in ambito Giochi sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 237 mila euro.

Nel settore Tabacchi sono stati effettuati sul territorio 887 controlli, di cui 674 presso Rivendite di generi di monopolio, 169 presso Patentini, 42 presso depositi fiscali di tabacco lavorato, di prodotti liquidi da inalazione e prodotti accessori al consumo di tabacco da fumo. Tale attività ispettiva ha condotto all’accertamento di 280 situazioni di irregolarità, per le quali sono state comminate sanzioni disciplinari per oltre 46 mila euro.

In materia di lotta al contrabbando e vendita senza autorizzazione di tabacco lavorato estero, prodotti liquidi da inalazione e altri prodotti soggetti a imposta di consumo sono stati emessi 15 provvedimenti sanzionatori per oltre 120 mila euro.

  • Laboratorio Chimico di Livorno: istituito nel 1895, fornisce ancora i suoi servizi di consulenza scientifica sia agli uffici ADM, che alla Guardia di Finanza e agli Organi Giudiziari nell’ambito delle specializzazioni a esso attribuite (analisi di prodotti petroliferi, alcolici, caffè, sostanze stupefacenti, giocattoli).

Il Laboratorio, accreditato da molti anni, fornisce anche un servizio di elevata qualità e affidabilità a clienti privati nei vari settori di specializzazione.

Nel 2023 sono state effettuate 4.168 analisi (con un incremento percentuale del 22% rispetto all’anno precedente), delle quali 2.444 hanno riguardato gli stupefacenti (59%) e 1.605 i prodotti petroliferi (39%). Le sostanze maggiormente analizzate sono le cannabinoidi (marijuana e hashish), seguite dalla cocaina.

La più recente specializzazione nel settore della sicurezza dei giocattoli, ambito merceologico tra i più normati al mondo, permette al Laboratorio dell’Agenzia di offrire il suo expertise in un campo estremamente delicato e importante per la sicurezza e tutela del cittadino. L’anno scorso su 77 analisi effettuate sui giocattoli, 25 prodotti sono risultati non conformi agli standard di sicurezza (32%).