Si sono tenute in questi giorni le elezioni per il rinnovo delle Rsu delle Fabbricerie, enti deputati alla conservazione e al mantenimento di alcuni dei gioielli più preziosi del patrimonio artistico-religioso italiano: si tratta di centinaia di lavoratrici e lavoratori che consentono a tutti di godere dei nostri capolavori e ne assicurano la conservazione e il funzionamento.
Nel cuore del nostro paese, in Toscana e Umbria, l’affermazione della Fp Cgil è stata netta, con un’ affluenza dell’87% e la conquista di 8 delegate e delegati su 13, che rappresenteranno i loro colleghi al Duomo di Firenze, di Pisa, di Siena, alla Basilica di Santa Croce a Firenze e al Duomo di Orvieto.
“Un ottimo risultato dovuto anche a proposte convincenti – scrive il sindacato in una nota – la Fp Cgil si propone di rafforzare e rendere più efficaci le relazioni sindacali, di normare a livello decentrato la possibilità di lavoro agile, di rendere possibile l’adesione al fondo di pensione integrativa e naturalmente di ottenere risposte salariali che difendano il potere d’acquisto di lavoratrici e lavoratori. Adesso, con una forte rappresentanza e una bella squadra di delegate e delegati, si apre finalmente una nuova stagione di contrattazione e partecipazione”.