“Proseguono senza sosta i lavori congiunti della prima e della seconda commissione impegnate a gestire in una situazione di assoluta emergenza, le problematiche rilevate a seguito del sopralluogo effettuato la scorsa settimana presso il plesso scolastico Oberdan”, dichiarano in una nota congiunta i presidenti di commissione Alessandra Salinetti e Andrea Sterlini e i commissari di Alternativa Popolare Maria Elena Gambini, Massimo Francucci, Sandro Trequattrini, Andrea Colasanti, Federica Mengaroni, Roberta Trippini , Agnese Passoni, Mirko Presciuttini.

“Le prime criticità – proseguono i commissari – sono emerse durante l’audizione del presidente del consiglio di istituto, Sonia Coccetta, lo scorso 16 gennaio.
La situazione è risultata da subito grave e complessa trattandosi di istanze legate ad interventi urgenti che la scuola ha reiteratamente attenzionato alla precedente amministrazione, a partire dal lontano 2019 e rimaste sempre prive di riscontro. Ne è seguito un sopralluogo, guidato dai presidenti delle due commissioni, al termine del quale è emersa una situazione di degrado e abbandono del plesso inaccettabile e ai limiti della sicurezza.
Stante l’urgenza della situazione, i commissari hanno ritenuto opportuno mobilitare l’interesse del vicesindaco, Riccardo Corridore, il quale con la concretezza che da sempre contraddistingue il suo approccio ai problemi della città, ha incaricato il dirigente Piero Giorgini, coordinando l’intero ufficio e ottenendo una programmazione dei lavori di manutenzione calendarizzati a partire già da oggi, lunedì 29 gennaio.

Il programma dei lavori e il dettaglio degli interventi è stato illustrato dall’architetto Giorgini durante la commissione, di fronte allo stupore dei presenti. Sia l’ingegner Pauselli RSPP del plesso scolastico, che la rappresentante dei genitori hanno sottolineato con gratitudine la celerità inaspettata con cui i lavori sono stati previsti e programmati, dichiarando ascolto, disponibilità e presa d’atto. Sono sorpreso positivamente della velocità con cui sono state recepite tutte le criticità.

I commissari preso atto della sciatteria e non curanza con cui sono stati lasciati abbandonati a loro stessi la maggior parte degli istituti scolastici comunali, hanno deciso di fare una ricognizione a tappeto su tutto il territorio così da avere un quadro serio e aggiornato della situazione e pianificare interventi di manutenzione adeguata secondo il criterio della priorità. Ancora una volta la programmazione e la progettualità contraddistinguono il piglio dell’amministrazione targata Alternativa Popolare”.