Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti presso il poliambulatorio della USL Umbria 1, ubicato in piazza Europa, dove era appena scattato l’allarme antintrusione.

Giunti sul posto gli agenti hanno effettuato un attento sopralluogo all’interno degli uffici della USL grazie al quale sono riusciti a rintracciare il soggetto, cittadino algerino, classe 1995, con precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio.

I poliziotti hanno poi effettuato un giro di perlustrazione constatando che l’uomo, dopo aver forzato una finestra, ha fatto accesso all’interno degli uffici dell’azienda mettendoli a soqquadro alla ricerca di oggetti di valore.

Accompagnato in Questura per gli accertamenti del caso è emerso che il 28enne era gravato da un divieto di ritorno nel Comune di Perugia, valido fino al prossimo mese di luglio.

Per questi motivi, terminate le attività di rito, l’uomo è stato arrestato per il reato di tentato furto aggravato e deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di inottemperanza al provvedimento di prevenzione del Questore.

Su disposizione del Pubblico Ministero il giovane è stato trattenuto presso le celle di sicurezza della Questura fino all’udienza di convalida della mattinata odierna nell’ambito della quale è stato convalidato l’arresto e disposta nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di ritorno nel Comune di Perugia con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria del Comune di residenza.