Da venerdì 26 gennaio sono in servizio attivo due nuovi mezzi di trasporto a disposizione del servizio di emergenza-urgenza regionale del 118 situati presso l’Ospedale di Perugia.

Il primo mezzo è una ambulanza di ultimissima generazione con un allestimento interno tecnologicamente avanzato che permette l’esecuzione di elettrocardiogrammi e il monitoraggio di parametri in telemedicina con refertazione in tempo reale da parte delle strutture ospedaliere coinvolte. Inoltre, il nuovo mezzo è dotato di un vano riscaldato dove vengono conservati, ad una temperatura tra i 38° e 40° gradi celsius, i liquidi da infondere in emergenza ai pazienti traumatizzati per ridurre il rischio di ipotermia che peggiora la prognosi e la sopravvivenza degli stessi.

L’ambulanza presenta anche altre caratteristiche tecniche infatti l’abitacolo è più alto di 12 centimetri, confrontato con le misure standard di un mezzo di emergenza su strada, e questo permette uno svolgimento più agevole delle manovre dei sanitari soccorritori che possono anche mantenere una posizione eretta dentro l’abitacolo. Seconda caratteristica tecnica è data dalla dimensione del posto guida più ampio, degli standard forniti, di 6 centimetri offrendo più confort all’autista soccorritore. L’ambulanza è, anche dotata di un sanificatore ad aria che garantisce continuamente il filtraggio e la pulizia dell’aria nell’abitacolo.

Il secondo mezzo di trasporto è un minivan con 7 posti passeggeri più l’autista e un ampio bagagliaio attrezzato, per il trasporto di organi e sangue, destinato all’equipe sanitaria dedicata agli espianti e trapianti di organi e al loro trasporto in tutto il territorio nazionale.

I due mezzi, presi con un contratto di noleggio a riscatto dalla Direzione dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, vanno ad ampliare il parco in dotazione al servizio composto da 15 mezzi per il trasporto in emergenza. Si contano  oltre 23 mila interventi annuali di trasporto in emergenza nei comuni di Perugia, Torgiano, Deruta e Corciano e oltre 90 mila in Umbria effettuati dai 57 mezzi sanitari presenti nel territorio regionale. La centrale operativa unica regionale del 118 riceve all’anno oltre 250 mila chiamate in entrata.

La cerimonia di benedizione dei mezzi si è svolta nel parcheggio del 118 alla presenza della presidente della regione Umbria, Donatella Tesei, dell’assessore alla sanità, Luca Coletto, del consigliere regionale, Stefano Pastorelli e del direttore generale, Giuseppe De Filippis, accompagnato dal direttore sanitario, Arturo Pasqualucci, e dalla direttrice amministrativa, Rosa Magnoni. Presenti anche i sanitari, Paolo Groff, direttore del Dipartimento di Emergenza e Urgenza e del Pronto Soccorso, Francesco Borgognoni, direttore della Centrale regionale del 118, Giampaolo Doricchi e Paolo Piergiovanni, rispettivamente coordinatore infermieristico del 118 e coordinatore degli autisti soccorritori.

La Presidente Tesei dopo la cerimonia ha voluto incontrare gli operatori sanitari del 118 e visitare la centrale: “Grazie a tutti voi per l’importante lavoro che svolgete quotidianamente con dedizione e passione – ha sottolineato la presidente -. Il sistema dell’emergenza regionale è uno dei servizi più importanti del sistema sanitario regionale sul quale stiamo investendo molto, infatti tra breve inaugureremo il primo elisoccorso regionale che andrà a potenziare e migliorare il servizio di emergenza per i nostri cittadini umbri”.