Mai dare anche un solo gesto per scontato, l’attenzione a ciò che ci circonda e rappresenta una risorsa ambientale, crea un positivo effetto che, quando moltiplicato, sviluppa il rispetto per ciò che la natura ci offre e, conseguentemente, produce un miglioramento della qualità della nostra esistenza.

È questo il principio ispiratore di “ActYou, il cambiamento è nelle nostre mani”. Il titolo dell’iniziativa è già esplicativo della proposta rivolta alla comunità regionale umbra di realizzare, insieme, una rivoluzione nella direzione di un futuro sempre più rispettoso della sostenibilità. Obiettivo da perseguire proprio grazie alle singole, ma tante, ripetute e costanti azioni quotidiane di ogni cittadino.

La Regione Umbria, con l’Assessorato alla tutela e valorizzazione ambientale in prima linea e AWorld, la startup italiana e piattaforma ufficiale a supporto della campagna globale ActNow delle Nazioni Unite relativa agli obiettivi Agenda 2030, hanno lanciato, nella splendida cornice dell’Auditorium di San Francesco al Prato di Perugia, dopo una recente anteprima nazionale ad Ecomondo, un progetto decisamente ambizioso per promuovere la partecipazione civica. L’intento è di fare dell’Umbria il luogo delle eccellenze anche in materia di politiche ambientali per la sostenibilità, adottando e diffondendo le buone pratiche. Il come, il quando e il perché sono stati illustrati dai numerosi protagonisti e fautori di quello che si delinea come progetto pilota a livello mondiale in ambito di educazione ambientale. Moderatore dell’evento il Direttore della Rai Sede Regionale Umbria, Giovanni Parapini.

I saluti istituzionali ai numerosi ospiti in sala, tra i quali molti giovani, sono stati portati dall’Assessore allo Sviluppo Economico, Digitale, Turismo, Gabriele Giottoli, che ha fatto gli onori di casa.

“L’Assessorato alla tutela e valorizzazione ambientale della Regione Umbria promuove i processi ispirati al criterio di sostenibilità ambientale, economica e sociale, per rendere il territorio un luogo sempre più rappresentato da sistemi di qualità diffusa”. Ha dichiarato il Vicepresidente della Regione e Assessore all’Ambiente, Roberto Morroni, che ha fortemente voluto questa iniziativa, spiegando che: “L’intento è quello di valorizzare il brand di una terra privilegiata da bellezza, storia, cultura e produzioni uniche, integrando questi fattori identitari con l’elemento ideale di congiunzione fra gli stessi: la sostenibilità. Ciò consentirà di salvaguardare il nostro patrimonio e di garantire uno sviluppo intelligente. Dobbiamo diventare – spiega Roberto Morroni – tutti autori del progresso, con la massima considerazione della natura; dobbiamo intraprendere un percorso, insieme e adesso, istituzioni e cittadini, per agevolare una crescita armoniosa e lungimirante a vantaggio, in particolare, delle nuove generazioni. Sono questi i sentimenti in cui si collocano le azioni del progetto ActYou, con il quale si intende interessare e coinvolgere la cittadinanza umbra sull’opportunità di agire in sinergia, semplicemente ma efficacemente, per diventare veri alleati dell’ambiente”.

Il programma ActYou punta, dunque, a sensibilizzare la comunità locale per seguire linee guida caratterizzate da buone pratiche e dalle indicazioni sui comportamenti virtuosi in senso ecologico. Questo innovativo progetto di educazione ambientale, per generare nuove e più ampie consapevolezze, è consentito grazie ad un’APP, presentata durante la conferenza, con tanto di demo per il suo utilizzo a cura del CEO di AWorld, Alessandro Armillotta che ha affermato: “Con ActYou vogliamo ispirare ogni cittadino umbro a comprendere il potere delle azioni quotidiane nel plasmare un futuro sostenibile. L’app AWorld, utilizzata per il progetto ActYou, sarà il veicolo per coinvolgere la comunità in un’esperienza ludica ed educativa, creando una rete coesa e consapevole, pronta a contribuire alla sostenibilità del proprio territorio. AWorld e la Regione Umbria con entusiasmo hanno lanciato il primo progetto in Italia che coinvolge i cittadini di un’intera regione, creando l’opportunità di costruire insieme un futuro migliore, in cui ogni cittadino ha un ruolo fondamentale. Ognuno di noi, infatti, può fare la differenza. E ora è arrivato il momento di dimostrarlo! Attraverso l’app AWorld – continua Alessandro Armillotta - i partecipanti saranno guidati attraverso sfide sostenibili, missioni educative e un’esperienza coinvolgente, creando una comunità consapevole e pronta a prendere azione. Tutti i cittadini umbri sono invitati a partecipare attivamente a questa straordinaria iniziativa. Basta scaricare l’app AWorld e unirsi alle sfide, la prima inizia proprio oggi, per contribuire a rendere l’Umbria un esempio di sostenibilità per l’intero Paese”.

L’applicazione contempla al suo interno quattro spazi dedicati, ciascuno di questi rivolto a un pubblico specifico.

I pubblici di riferimento fin qui individuati per il loro coinvolgimento, definiti nel contesto del progetto specifico ActYou, sono i seguenti:

 

•          Cittadini

•          Dipendenti regionali e di società partecipate

•          Mondo della Scuola

•          Mondo del Lavoro

L’App prevede non solo la fruizione di contenuti, ma anche delle premialità, grazie all’implementazione di azioni sostenibili nella vita quotidiana e alle “sfide” proposte che consentiranno, ai cittadini più motivati, di conquistare premi individuali, come ha spiegato l’Amministratore del 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, Marcello Serafini, ente che ha svolto il ruolo di partner istituzionale per l’attuazione del progetto.

Il progetto ActYou, è coerente con il brand della regione, “Umbria cuore verde d’Italia” ed è frutto di un’importante sinergia anche con società partecipate regionali, per dare spazio all’opportunità di fare dell’innovability, del connubio tra innovazione e sostenibilità, un driver fondamentale per la crescita del territorio.

La presentazione di ActYou, il cambiamento è nelle nostre mani, si è avvalsa del contributo di diversi relatori, intervenuti anche in tavole rotonde organizzate per realizzare il più proficuo e dinamico dibattito in materia di educazione ambientale, di Agenda 2030, di sviluppo sostenibile e dei fattori che lo animano a livello regionale, nazionale e comunitario. Sono intervenuti all’evento: Elisabetta Torzuoli, consulente giuridico Assessore all’Ambiente della Regione Umbria;  Chiara Leone, Impact engagement and key account manager AWorld; Giulio Lo Iacono, Segretario generale ASVIS Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile; Giovanni Roccatelli, Responsabile Sezione Valutazione ambientale strategica e sviluppo sostenibile della Regione Umbria; Alfredo Manzi, già dipendente della Regione Umbria Servizio Sostenibilità ambientale, valutazioni e autorizzazioni ambientali.  Hanno preso parte alle due tavole rotonde: Michele Toniaccini, Presidente ANCI Umbria; Stefano Nodessi Proietti, Direttore Governo territorio, ambiente, protezione civile, della Regione Umbria; Luca Proietti, Direttore Arpa e Safa; Alessia Dorillo, Responsabile Area supporto alla programmazione regionale 3A – PTA; Simone Cascioli, Direttore Generale Confindustria Umbria; Matteo Ragnacci, Presidente Lega Cooperative e Mutue, Produzione e Servizi; Carlo Di Somma, Presidente Confcooperative Unione Regionale dell’Umbria; Marcello Serafini, Amministratore Unico, 3A – PTA; Rossella Meo, Head of Operation  AWorld.