La Provincia di Terni ha presentato il Manuale per i cittadini in caso di disastri al meeting finale del progetto europeo Links svoltosi nei giorni scorsi all’Università Wrije di Amsterdam. L’evento ha chiuso il lavoro incentrato sui nuovi sistemi di comunicazione in caso di calamità incentrato sull’utilizzo dei social media nell’ambito dell’“Horizon 2020 – acronimo 883490: Rafforzare i legami tra le tecnologie e la società per la resilienza europea alle catastrofi” di cui la Provincia è ente partner.

Alla presenza dei revisori e del responsabile del progetto Links, l’amministrazione ha illustrato gli importanti contenuti del Manuale che fornisce approfondimenti e istruzioni su come comunicare con i cittadini nei processi di gestione delle catastrofi utilizzando le piattaforme di social media e su come dare indicazioni alle organizzazioni di gestione dei disastri per includere i cittadini e le loro risorse e competenze in quei tipi di situazioni. A tale proposito la Provincia ha fornito uno degli scenari oggetto di analisi, in particolare i terremoti, per spiegare la funzionalità pratica del Manuale che è uno dei prodotti realizzati dall’Università di Firenze nell’ambito della piattaforma telematica Links Community Center, con cui la Provincia ha strettamente collaborato.

Per le sue funzioni istituzionali e per le sue caratteristiche, anche come ente di Protezione civile, la Provincia ha spiegato come sia in grado di utilizzare ottimamente il Manuale e gli altri prodotti del progetto Links, al fine di garantire la divulgazione di quanto realizzato. In qualità poi di utilizzatrice italiana del Manuale, la Provincia fornito una dimostrazione pratica, un percorso di navigazione all’interno della piattaforma Links Community Center, nello specifico esplorando il Manuale in relazione a due tematiche principali: l’accessibilità e la mobilità dei cittadini.

Oltre a descrivere i contenuti e i percorsi disponibili, sono stati evidenziati la disponibilità della traduzione in lingua italiana dell’intero Manuale, proprio per essere attuato praticamente e in maniera rapida, e la possibilità di visionare video dimostrativi ed esplicativi quale mezzo comunicativo più immediato e funzionale, in linea con gli obiettivi generali perseguiti dal progetto. La presenza della Provincia al meeting finale segue la presentazione ai Comuni, fatta a Palazzo Bazzani a novembre, di tutto il lavoro svolto, con un focus sulle Mappe di Resilienza di cui la Provincia di Terni è il primo ente italiano a dotarsi. (leggi tutto qui).