I Carabinieri della Stazione di Cantalice hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due coniugi pensionati del luogo per aver realizzato delle opere abusive di ampliamento della propria abitazione, in violazione di norme sismiche e paesaggistiche nonché in un’area di proprietà del Demanio, a ridosso del fosso di scolo delle acque piovane.

Tale denuncia è scaturita a seguito dei serrati controlli che i militari dell’Arma reatina, nell’ambito dei servizi istituzionali, hanno effettuato sulle fasce di rispetto dei corsi d’acqua, anche in considerazione del fatto che, in occasione di importanti precipitazioni atmosferiche, lungo questi fossi, se ininterrotti, defluisce una consistente quantità d’acqua che si disperde nei laghi della piana mentre in caso contrario fuoriuscirebbe con conseguente pericolo per le abitazioni e la popolazione stessa.

Si dà atto che il procedimento è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali dei soggetti denunciati saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.