I Carabinieri della Stazione di Magliano Sabina hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rieti due giovani, entrambi residenti in Calabria, per il reato di ricettazione.

La denuncia è scaturita dall’attività svolta nel corso di uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio volti a prevenire reati di natura predatoria. In particolare, all’interno di un bar del luogo, venivano notati i due che, palesemente agitatisi alla vista dei Carabinieri, tentavano di allontanarsi velocemente. Tale atteggiamento non è però sfuggito ai militari i quali hanno deciso di fermarli e sottoporli ad un approfondito controllo.

L’iniziale sospetto trovava effettivo riscontro nel momento in cui è stato ispezionato il veicolo a bordo del quale viaggiavano, noleggiato in Calabria, nel cui vano bagagli sono state rinvenute due valigie, entrambe contenenti matasse di rame (per un peso complessivo di quasi 100 chilogrammi).

Interpellati a riguardo, i due ragazzi non hanno fornito giustificazioni plausibili in merito al possesso del materiale rinvenuto. Per tale motivo, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rieti e dovranno ora rispondere innanzi all’Autorità Giudiziaria del reato di ricettazione. Tutto il rame recuperato è stato sottoposto a sequestro e sono in corso gli accertamenti volti a stabilirne la provenienza.

Si dà atto, come di consueto, che il procedimento penale è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.