I Carabinieri della Stazione di Torri in Sabina, al termine di una complessa attività di indagine scaturita dalla denuncia sporta da un pensionato del luogo, hanno deferito, alla Procura della Repubblica di Rieti, 11 persone, tutte dimoranti in Campania, ritenute responsabili del reato di associazione a delinquere finalizzata alle truffe.

Gli accertamenti effettuati hanno consentito di accertare che gli indagati, nel periodo compreso tra gennaio e ottobre del 2021, avevano costituito un vero e proprio sodalizio criminale finalizzato alla pubblicizzazione di fantomatiche polizze assicurative proposte in vendita, a prezzi molto vantaggiosi rispetto alla media del mercato, su siti internet creati ad hoc, recanti anche loghi di note compagnie assicurative.

Così facendo, gli indagati erano riusciti ad incassare indebitamente, tramite ricariche di varie carte prepagate, i premi richiesti per coperture assicurative in realtà mai attivate.

Acquisita la denuncia da parte di un anziano cittadino che aveva versato il denaro per poi scoprire di essere stato raggirato, i Carabinieri di Torri in Sabina hanno immediatamente avviato le indagini che hanno consentito di identificare gli odierni indagati, che dovranno ora rispondere di molteplici truffe, consumatesi a danno di cittadini residenti in varie zone d’Italia.

Si dà atto che il procedimento è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali dei soggetti coinvolti saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.

Nell’occasione il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rieti invita i cittadini a diffidare da guadagni facili e dall’acquisto di beni o altre utilità messi in vendita ad un prezzo eccessivamente conveniente: come nel caso in argomento potrebbe infatti trattarsi di una truffa.