“Le lavoratrici del Comune di Terni iscritte al Csa Ral vedono finalmente riconosciuta una indennità che aspettavano dal febbraio 2021. Un risultato ottimo e che arriva dopo tre anni di battaglia che ha visto anche la nostra sigla in prima linea nel rapporto con l’amministrazione comunale”. Così Sergio Silveri, segretario provinciale del Csa Ral Terni (Regioni Autonomie Locali), commenta l’ultima delibera della giunta di Palazzo Spada relativa al ripristino dell’indennità di turnazione per le educatrici del Comune, che dal febbraio 2021 si erano viste decurtare una somma pari al 10% dello stipendio mensile.

“Il Comune – prosegue Silveri – ha ufficializzato la decisione di restituire la somma entro febbraio 2024. Un risultato che arriva al termine di un lavoro di mediazione portato avanti anche dalla nostra sigla, che da tempo segue la vicenda e che da sempre si è impegnata affinché questo passaggio venisse finalmente confermato. Dopo la questione dello smart working, portata a casa dal Csa, ecco dunque un nuovo importante risultato che ci permette di chiudere l’anno con una buona notizia, nell’attesa che anche le altre partita sul tavolo si risolvano nel migliore dei modi”.