I Carabinieri della Stazione di Acquasparta hanno dato esecuzione, nei confronti di un 46enne della zona, gravato da precedenti penali, alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla p.o. e dell’obbligo di presentazione alla p.g., emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Terni per i reati di minaccia e danneggiamento aggravati.

Il provvedimento è scaturito al termine delle indagini, coordinate dalla Procura ternana, iniziate a maggio di quest’anno dopo l’intervento di una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Terni presso l’abitazione dell’uomo che, in preda ai fumi dell’alcol, aveva litigato con il fratello, minacciandolo e danneggiando infissi ed elementi d’arredo. Anche alla presenza dei militari l’uomo non si era placato, strattonandoli ed afferrandone uno per il collo e finanche colpendo a testate il finestrino dell’autoradio prima di essere bloccato ed affidato alle cure dei sanitari del 118.

Già quella sera l’uomo era stato deferito in s.l. per resistenza a P.U.; la successiva attività svolta dopo la denuncia-querela presentata dal fratello 54enne ha poi arricchito il quadro degli elementi indiziari a carico del 46enne, portando all’emissione del citato provvedimento cautelare.