Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Città di Castello, a seguito della presentazione di una querela dalla persona offesa, hanno denunciato un uomo – classe 1967 – per il reato di truffa.

Il 47enne, infatti, dopo aver sottoscritto – in qualità di legale rappresentante di una ditta – un contratto per la vendita di un set di arredo, si era fatto accreditare la somma di 2551 euro sul conto corrente.

Dopo essersi accordati sulla data di consegna – mai effettuata – il venditore dapprima ha fornito delle rassicurazioni e, successivamente, si è reso irreperibile.

A quel punto la persona offesa, aveva realizzato di essere stata raggirata, si è recata presso gli uffici del Commissariato di P.S. Città di Castello per sporgere querela.

Dopo aver acquisito tutti gli elementi e le informazioni utili, i poliziotti hanno deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa.

La Polizia di Stato, per prevenire tali spiacevoli episodi, invita i cittadini ad avvalersi dei canali di vendita e acquisto ufficiali e a diffidare dal prendere contatti con venditori o acquirenti non conosciuti e non autorizzati.