La Fondazione Onda ha attribuito all’ospedale “San Matteo degli Infermi” di Spoleto due bolini rosa, importante riconoscimento assegnato agli “Ospedali a misura di donna” per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie, realizzando percorsi ottimizzati per il genere femminile.

Si è svolta oggi, 30 novembre, a Roma, presso l’Auditorium Biagio d’Alba nella sede del Ministero della Salute, una cerimonia in cui sono stati premiati gli ospedali italiani che aderiscono al nuovo network Bollino Rosa in qualità di strutture particolarmente attente alla salute femminile.

Hanno aperto i lavori Francesca Merzagora e Alberto Costa, Presidente e Vice Presidente Fondazione Onda.
Dopo i saluti istituzionali del ministro della Salute Oreste Schillaci si è svolta una tavola rotonda sulla medicina d’urgenza, sulla prevenzione e sanità pubblica con Walter Ricciardi, sulla salute mentale e, infine, sull’impresa del farmaco al servizio delle persone con la partecipazione di qualificate personalità ed esperti.
È seguita poi la cerimonia della Fondazione Onda con le premiazioni degli “Ospedali a misura di donna”. Due bollini rosa 2024 – 2025 sono stati attribuiti all’ospedale “San Matteo degli Infermi” di Spoleto.
Il direttore generale della Usl Umbria 2 dott. Massimo De Fino ha rivolto un plauso alla direzione medica di presidio e ai sanitari del “San Matteo degli Infermi” di Spoleto per questo prestigioso riconoscimento “motivo di orgoglio per l’intera azienda, ottenuto grazie alla consolidata e riconosciuta professionalità, all’attenzione costante, all’impegno quotidiano, ad un alto grado di empatia e di umanità”. Fattori e componenti essenziali – conclude il direttore generale – per garantire un servizio di qualità alla comunità cittadina e al territorio”.