Cerca

Ieri notte, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Foligno hanno tratto in arresto due cittadini ucraini per concorso nel reato di tentato furto pluriaggravato.

I due uomini, nel cuore della notte, hanno tentato di asportare una bicicletta elettrica del valore di oltre 2.000 euro tranciando, mediante l’utilizzo di una tronchese, una catena che assicurava il mezzo ad un palo.

Nell’armeggiare, i due uomini hanno svegliato il padrone del veicolo, il quale, resosi conto dell’accaduto, ha immediatamente richiesto l’intervento della Polizia di Stato.

Giunti sul posto, gli operatori hanno acquisito tutti gli elementi utili al rintraccio dei due soggetti, i quali, nel frattempo, resisi conto di essere stati scoperti, si erano dati alla fuga.

Raggiunti poco dopo, sono stati bloccati dalla Volante nelle vicinanze del luogo del tentato furto.

Sottoposti a perquisizione, i due uomini – identificati come cittadini ucraini – sono stati sorpresi in possesso di un paio di tronchesi; successivamente, sono stati anche riconosciuti dal proprietario della bicicletta come gli autori del furto.

Per questi motivi, ultimati gli atti di rito, i poliziotti hanno proceduto all’arresto in flagranza dei due uomini e, su disposizione del Pubblico Ministero, li hanno trattenuti nelle celle di sicurezza, in attesa dell’udienza di questa mattina, nell’ambito della quale, il G.I.P. ha convalidato entrambi gli arresti.

I due cittadini ucraini debbono comunque presumersi innocenti sino alla sentenza di condanna definitiva.

L’episodio attesta, ancora una volta, l’importanza della sinergia tra la Polizia di Stato e la cittadinanza, le cui segnalazioni – specialmente laddove tempestive e circostanziate – assicurano un’efficacia ancor maggiore all’azione di contrasto ai furti ed ai reati in genere.