La Polizia Stradale di Perugia nel corso dell’operazione denominata “Speed Control”, coordinata da ROADPOL network delle polizie europee, tenutasi questa settimana lungo le principali arterie stradali della provincia, ha effettuato una serie di controlli attraverso l’utilizzo delle apparecchiature elettroniche in dotazione, quali autovelox e telelaser, al fine di verificare il rispetto dei limiti di velocità.

Scopo dell’iniziativa è quello di ridurre il numero di incidenti stradali e delle vittime, in adesione a Piano d’Azione europeo 2021-2030, con attività di prevenzione, informazione e controllo, ma anche campagne di comunicazione e operazioni congiunte con altre Polizia Europee, i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo ROADPOL.

Nell’ambito dei controlli, sono state 95 le infrazioni per eccesso di velocità rilevate, tra le quali 15 per superamento del limite di oltre 40 Km/h e 2 per il superamento del limite di velocità di oltre 60 Km/h.

In particolare, uno dei servizi è stato effettuato sulla Strada Statale 77-Var, che, per la sua conformazione caratterizzata dall’importante differenza altimetrica tra Colfiorito e Foligno, risulta essere particolarmente pericolosa per la circolazione. L’esito del controllo ha consentito di accertare 45 infrazioni per eccesso di velocità; due di queste sono state contestate ad altrettanti conducenti sopresi a sfrecciare ad oltre 180 km/h con le loro auto sportive.

Nei loro confronti è scattata la sanzione amministrativa prevista dall’articolo 142 comma 9 e 9-bis del Codice della Strada che prevede il pagamento di una pena pecuniaria da 779 a 3119 euro.

La suddetta violazione, che comporta anche la decurtazione di 10 punti, prevede altresì l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida per un minimo di sei mesi.

I controlli sull’alta velocità della Polizia Stradale verranno riproposti ed intensificati anche nelle prossime settimane.