Cerca

Alcuni residenti in un palazzo signorile nel centro storico di Terni, da qualche giorno avevano notato uno strano movimento all’interno del loro cortile condominiale, così hanno deciso di rivolgersi ai Carabinieri di Terni, chiedendo di far luce su cosa stesse accadendo. Gli investigatori hanno deciso di avviare le indagini e dopo qualche giorno di appostamenti e di accertamenti, hanno ottenuto inequivocabili riscontri: in quell’appartamento infatti giungevano, in qualsiasi ora del giorno e della notte, numerosi clienti di un’avviata attività di prostituzione.

I Carabinieri domenica mattina dopo aver fatto accesso nel palazzo hanno scoperto che una donna 54enne, di origine cinese, aveva avviato una fiorente attività di prostituzione, grazie anche all’opera di altre sue connazionali più giovani che
si prestavano all’attività “più antica del mondo”. Nell’appartamento sono stati trovati numerosi oggetti utilizzati per soddisfare i clienti in ogni loro richiesta. Per la donna, è quindi scattata una denuncia per i reati di “sfruttamento” e di “favoreggiamento della prostituzione”, oltre ad un invito formale a presentarsi in Questura per regolarizzare la posizione per la propria permanenza nel territorio italiano.