Una cinquantenne italiana residente a Perugia è stata arrestata dai carabinieri di Ponte San Giovanni in flagranza per il reato di estorsione e messa ai domiciliari.

Le indagini, avviate e concluse nel corso di una sola giornata – si sottolinea in una nota dell’Arma – sono scaturite dalla denuncia sporta la mattina un uomo residente nel capoluogo umbro che ha riferito ai militari di essere stato vittima “da diversi mesi” dei presunti ricatti della donna che gli aveva estorto “diverse decine di migliaia di euro”.

Al suo rifiuto di consegnarle ulteriori somme di danaro lo aveva minacciato, sempre in base alla denuncia sporta.

I carabinieri, nel primo pomeriggio, hanno attesto la cinquantacinquenne nel luogo da lei indicato per ritirare la somma pattuita per “comprare” il silenzio e, una volta avvenuta la consegna dei soldi, l’hanno fermata.