Cerca

Sono decine – riferiscono i vigili del fuoco – gli edifici risultati inagibili in Umbria dopo i controlli svolti fino a questo momento in seguito alle scosse di terremoto dei giorni scorsi con epicentro nella zona di Umbertide.

Nella frazione di Pierantonio – dove è stata chiusa la chiesa e dove è stato danneggiato anche il campanile – quasi l’80 per cento delle abitazioni presenta inagibilità di vario genere.

Nella giornata di venerdì i vigili del fuoco hanno fatto diversi ordinanze di sgombero, in particolare proprio nel centro di Pierantonio.

I sopralluoghi nelle abitazioni private sono ripresi questa mattina.

Intanto, nella tarda serata di ieri erano 116 le persone ospitate nelle palestre di Pierantonio e Umbertide per trascorrere la notte, alle quali la Protezione civile ha anche servito la cena. Fermi a 80 i cittadini che si sono rivolti alle strutture della Protezione civile nella zona di Sant’Orfeto. Lo ha riferito all’ANSA Stefano Nodessi, responsabile per la Regione del Governo del territorio.