Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di segnalazione al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti presso una struttura alberghiera per un’accesa lite fra una coppia.

Giunti sul posto, gli operatori hanno preso contatti con la richiedente, una cittadina rumena, classe 1981, che ha raccontato di avere avuto un’animata lite con il compagno – un cittadino rumeno, classe 1984 – per motivi di gelosia.

La 41enne ha spiegato agli agenti di essersi resa conto che il fidanzato aveva ricevuto un messaggio dall’ex compagna e, in preda all’ira, aveva afferrato il dispositivo lanciandolo a terra.

La donna aveva tentato più volte di allontanarsi dalla stanza ma era stata trattenuta a fatica dal compagno che aveva provato in tutti i modi di riportarla alla calma.

Gli operatori, a quel punto, hanno sentito l’uomo che ha confermato quanto accaduto spiegando che la situazione era poi degenerata nel momento in cui la 41enne, dopo aver afferrato un coltello da cucina, aveva cominciato a tagliare le sue scarpe e i suoi indumenti.

Il 38enne ha riferito ai poliziotti che la stessa aveva poi occultato l’arma sotto il divano.

Dopo aver riportato la calma e aver appurato che nessuno dei due necessitava di cure mediche, gli operatori hanno accompagnato la coppia presso gli uffici della Questura di Perugia. Al termine degli accertamenti di rito, la 41enne è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato di danneggiamento aggravato. Il coltello, invece, è stato sottoposto a sequestro.