Prevede anche la chiusura del modular hospital allestito presso l’Azienda ospedaliera di Perugia la rimodulazione dei posti letto dedicati ai malati di Covid che sta operando la Regione Umbria in relazione all’andamento pandemico delle ultime settimane che ha visto una decrescita degli accessi dei pazienti positivi al Santa Maria della Misericordia.

Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Salute Luca Coletto nel consueto punto epidemiologico settimanale sull’andamento della pandemia.

Il modular hospital, situato nel parcheggio donatori dell’ospedale è stato utilizzato per il ricovero di pazienti affetti da Sars-Cov-2 che hanno avuto bisogno di un’assistenza sia ordinaria sia subintensiva (1.200 complessivamente).

Consentendo – sottolinea la Regione – di “dare una risposta immediata alle varie fasi pandemiche che si sono succedute grazie alla modularità e flessibilità dei posti letto presenti al loro interno”.

Ora i pazienti positivi al Covid che accedono in pronto soccorso di Perugia, verranno gestiti con percorsi separati, mentre il modular potrà essere riaperto qualora l’andamento della pandemia lo richiedesse.