Erano circa l’una e mezza di notte quando gli agenti della Polizia di Stato di Perugia sono intervenuti in via Mario Angeloni dove un’utilitaria si era ribaltata in mezzo alla carreggiata. Al suo interno, una donna. Poco distante un altro veicolo danneggiato.

Scesi immediatamente dalla volante, gli operatori hanno raggiunto gli occupanti delle auto coinvolte nel sinistro per sincerarsi delle loro condizioni di salute, dopodiché, verificato che nessuno di questi aveva riportato lesioni evidenti, hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei sanitari del 118.

Dai rilievi effettuati, è emerso che la donna, una cittadina italiana classe 1987, nel transitare in via Mario Angeloni, aveva urtato contro la recinzione metallica posta ai margini della strada. L’impatto aveva poi fatto ribaltare il veicolo che era andato a sbattere contro un’altra auto che, nel frattempo, stava sopraggiungendo nella corsia opposta. Una volta estratta dalle lamiere dell’utilitaria, la conducente è stata affidata alle cure dei sanitari ma, fin da subito, si è mostrata poco collaborativa e restia a farsi visitare, manifestando un palese stato di ebbrezza alcolica.

Gli agenti, a quel punto, hanno richiesto l’ausilio di una pattuglia della Polizia Stradale per effettuare il test dell’etilometro che ha dato esito positivo.

La 35enne, infatti, è risultata avere un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite consentito.

La ragazza è stata quindi deferita all’Autorità Giudiziaria per essersi posta alla guida in stato di ebbrezza e aver provocato un incidente stradale. Oltre al ritiro della patente di guida e alla sottrazione di 10 punti, alla donna è stato anche sequestrato il veicolo.

Una volta terminate le attività di rito, il personale del Comune di Perugia ha ripulito il manto stradale e ripristinato gli arredi danneggiati, consentendo la riapertura della circolazione.