E’ accusata di essersi intascata nel 2021 “numerosi” premi pagati dai clienti, senza mai versarli alla società e attivare la polizza obbligatoria per la Rca auto una collaboratrice di un’agenzia di assicurazioni denunciata a piede libero dai carabinieri di Bettona.

L’indagine ha preso il via quando durante un controllo alla circolazione stradale, i militari si sono imbattuti in un utente che ha esibito, in buona fede, un certificato assicurativo risultato contraffatto.

Gli investigatori sono quindi risaliti all’impiegata che – secondo l’accusa – facendo leva sul rapporto di fiducia instauratosi negli anni con numerosi clienti, provenienti da tutta la provincia di Perugia, avrebbe omesso di versare all’agenzia i premi ricevuti per il rinnovo delle polizze auto, oltre a trasmettere loro dei certificati assicurativi contraffatti e non validi.

L’indagine ha permesso di individuare 23 certificati falsi, rilasciati per l’utilizzo di altrettanti veicoli, per i quali la presunta truffatrice avrebbe intascato circa 10.000 euro.