Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Città di Castello, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno fermato e denunciato un cittadino marocchino – classe 1980 – per aver violato la quarantena obbligatoria.

Il 42enne, fermato in un posto di controllo dagli agenti del Commissariato ad Umbertide, a seguito di consultazione della Banca Dati, è risultato essere positivo al Covid-19 e sottoposto alla misura sanitaria della quarantena obbligatoria.

Sentito dagli operatori circa i motivi del suo comportamento, ha riferito di essersi allontanato di casa per recarsi a fare la spesa, non avendo nessuno che potesse provvedere al suo posto.

Gli operatori, dopo aver spiegato all’uomo la pericolosità del suo comportamento per la salute pubblica, lo hanno invitato a chiedere l’aiuto di qualche conoscente o di avvalersi dei servizi di spesa a domicilio.

Al termine delle formalità di rito, gli agenti hanno deferito il 42enne all’Autorità Giudiziaria per il reato di epidemia e gli hanno intimato di fare immediato ritorno presso la propria abitazione per ultimare l’obbligatorio periodo di isolamento.