Un’altra storia a lieto fine quella di “Nana”, così è stata soprannominata il lagotto emiliano trovato qualche sera fa dagli agenti della Sezione della Polizia Stradale di Perugia mentre spaventata, insieme a un altro cucciolo, si aggirava pericolosamente sulla carreggiata della Strada Statale 75, in zona Ospedalicchio.

I due cani erano stati notati da diversi automobilisti mentre, visibilmente impauriti e disorientati, percorrevano la strada lungo la corsia di sorpasso. Ricevute le segnalazioni degli automobilisti in transito, la Sala Operativa della Questura di Perugia ha immediatamente inviato in soccorso la pattuglia della Polizia Stradale più vicina che, giunta sul posto, con i lampeggianti e le segnalazioni di emergenza, dopo aver fatto rallentare e incolonnare le auto in sicurezza, ha individuato i due cani.

Gli agenti, a quel punto, scesi dall’auto, hanno tentato di avvicinarli, riuscendo solo parzialmente a fermarli. Uno dei due, spaventato, si è dileguato nei campi al lato della carreggiata, facendo perdere le proprie tracce.

L’altro, invece, un lagotto emiliano in piena salute e molto vispo, si è avvicinato all’operatore facendosi prendere in braccio. Dopo essersi spostati sulla piazzola di sosta, gli operatori della stradale hanno ripristinato la normale viabilità.

Dopo qualche coccola e una foto ricordo, gli agenti hanno fatto intervenire sul posto il veterinario dell’U.S.L. che, constatato lo stato di buona salute di “Nana”, dopo aver rilevato gli estremi identificativi del proprietario mediante la lettura del microchip, l’hanno contattato per comunicargli il ritrovamento della sua amica.

Il proprietario della cagnolina, sollevato e felice di sapere che stava bene, si è accordato con il veterinario e con gli agenti per la riconsegna.

Dopo il rischio corso, una foto con i suoi nuovi amici Fabio e Marco e qualche coccola, “Nana” potrà finalmente riabbracciare il suo padrone.