Dopo le prime due svelate ieri presso la sede romana dell’Università Niccolò Cusano, oggi è stata la volta di conoscere le fattezze della terza maglia che la Ternana indosserà nel prossimo campionato di Serie B.

Il suo colore prevalente è il giallo, ma la particolarità è data dai nomi di tutti e 33 i comuni che compongono il territorio provinciale ternano scritti ai margini esterni della striscia trasversale rossoverde che la attraversa.

La presentazione ufficiale è avvenuta stamane, presso la sede della Provincia di Terni, a Palazzo Bazzani, alla presenza del Vice Presidente del sodalizio rossoverde Paolo Tagliavento e del Ds Luca Leone, oltre ai rappresentanti istituzionali: il prefetto di Terni Emilio Dario Sensi, il questore, Bruno Failla, il presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, il sindaco Leonardo Latini, l’assessore comunale allo sport Elena Proietti. Presente anche il responsabile di Macron, Gianluca Serpetta.

“Si tratta – ha detto il vice presidente della Ternana Tagliavento – di una maglia che unisce tutto il territorio”.

 

foto A. Mirimao tratta dal sito ufficiale della Ternana Calcio

 

“Anche Quest’anno, come la scorsa stagione, abbiamo avuto il piacere di ospitare in Provincia la Ternana Calcio per l’anteprima delle divise sociali che indosseranno i calciatori nel prossimo campionato di serie B. Quella di oggi si associa alla presentazione già fatta dalla società nei giorni scorsi ma l’iniziativa di questa mattina non ha solo un carattere sportivo”. Lo ha detto il presidente della Provincia, Giampiero Lattanzi, intervenendo oggi in sala Secci del Consiglio provinciale per l’iniziativa promossa dalla Ternana.

“Un’iniziativa – ha sottolineato il presidente – che ha una connotazione anche sociale ed è per questo che la presenza dei sindaci del territorio provinciale ha assunto un rilievo di notevole interesse. Ha rappresentato infatti un altro passo in avanti verso il radicamento della Ternana nelle comunità che animano la nostra provincia. E’ una sorta di connotazione identitaria – ha spiegato Lattanzi – che parte dalla Ternana, si snoda attraverso la Provincia di Terni, quale ente di area vasta, ed arriva ai comuni e ai cittadini, seguendo il filo logico delle istituzioni, delle realtà territoriali, degli sportivi e delle persone in generale.