Dopo lo stop del 2020 dovuto alla pandemia, torna domenica a Terni l’appuntamento con la Acea ambiente Maratona delle acque, manifestazione sportiva giunta alla 43/a edizione.

Sono circa 500 i partecipanti attesi in totale, suddivisi nei quattro percorsi previsti.

Due quelli competitivi riservati agli atleti tesserati, uno di sette e l’altro di 20,5 chilometri. Per entrambe le distanze sono programmati anche due percorsi non competitivi, che prevedono una camminata fino alla Cascata delle Marmore, l’escursione nel parco e – per il tragitto più lungo – la risalita della Cascata e il tratto finale immersi nel verde dei boschi fino all’arrivo. Il traguardo, come il raduno, è fissato al campo scuola di atletica leggera di via Prati, nel centro città, mentre la partenza sarà a piazza Tacito alle 9,30.

Sempre all’interno del campo di atletica sono previsti anche mini percorsi per bambini.

Soddisfatto per il traguardo raggiunto delle 43 edizioni Luca Moriconi, presidente dell’Amatori podistica Terni, organizzatrice dell’evento. Il quale ricorda “il grande fascino” della manifestazione, che “negli anni ha coniugato turismo, cultura, tradizioni, costume e sport in un susseguirsi di significative iniziative, in un contesto naturale quanto mai fresco e stimolante e di grande valenza ambientale”.