Riportare il rugby in campo. Ritrovare il piacere di giocare, stare insieme e riavviarsi alla normalità del contatto e della competizione. Questo l’obiettivo di #ReStart, il documento pubblicato dalla Federazione Italiana Rugby per la ripresa. Si tratta di attività agonistica facoltativa senza finalità di classifica, senza assegnazioni di titoli, trofeo, coppe, promozioni e/o retrocessioni.

Sono ripresi al campo di Via del Cardellino gli allenamenti insieme a coach Luca Mion e ai tecnici del Nuovo Salario, Gianluca Giglio e Lorenzo Fagiani, dopo la collaborazione stretta con il club rossoverde per le formazioni Juniores. Tra i campionati di interesse nazionale considerati dalla FIR per l’attività agonistica di ripresa ci sono, infatti, anche le categorie Under 16 e Under 18.

Parallelamente agli allenamenti dei ragazzi del Terni Rugby, prosegue al campo dei Draghi anche la formazione dei tecnici del CLT insieme al tecnico regionale della FIR Umbra, Fabrizio Fastellini. La ripresa delle attività di allenamento di contatto è prevista il 1° aprile 2021. L’inizio dell’attività agonistica è fissato il 2 maggio 2021, la fine il 27 giugno 2021.

 

#ReStart prevede il riconoscimento da parte della FIR di un contributo economico forfettario proporzionale al numero dei partecipanti per ogni categoria per l’esecuzione dei tamponi antigenici rapidi settimanali per ogni squadra. Anche gli arbitri si sottoporranno a tampone antigenico rapido. L’attività è a libera iscrizione, senza il rischio di incorrere in sanzioni o di influire sulle classifiche della stagione sportiva 2019/2020. La formula della competizione sarà carattere regionale con partite di andata e ritorno tra le stesse squadre con una domenica di riposo tra ogni doppio turno.