Conto alla rovescia per il ritorno in serie B della Ternana, dopo tre stagioni in C. Solo la matematica divide infatti ormai la squadra allenata da Cristiano Lucarelli dalla promozione diretta, che potrebbe arrivare già nel prossimo turno di campionato, domenica, oppure in quello successivo, sabato 3 aprile.

A sei giornate dalla fine del campionato – considerando anche un match di recupero (contro la Cavese) ancora da disputare per i rossoverdi – dopo la vittoria di ieri sul campo del Potenza la Ternana (girone C) si è infatti portata a 75 punti, 15 in più sulla seconda in classifica, l’Avellino. Domenica, per ottenere la promozione, la formazione rossoverde dovrebbe conquistare i tre punti in casa del Bisceglie e sperare che gli irpini pareggino.

In alternativa, nel caso in cui i biancoverdi vengano sconfitti, alla Ternana basterà un pareggio.

Se non si verificheranno queste due opzioni, l’obiettivo sarà rinviato allo scontro diretto in programma al Liberati la vigilia di Pasqua proprio contro l’Avellino.

“Vediamo la bandiera a scacchi, ci mancano quattro punti che dobbiamo cercare di raggiungere in sei partite” il commento di Lucarelli. Che si è detto “contento” del fatto che “dopo tanta sofferenza sia la società che i ragazzi stiano raccogliendo quello che meritano”. “Contro il Bisceglie – ha continuato in vista del prossimo match – dobbiamo essere bravi a tenere la testa dentro il carro armato per gli ultimi sforzi, poi se ci sarà da festeggiare sarò in testa con i miei ragazzi. Però vogliamo chiudere il discorso il prima possibile”.

E’ una stagione da record per i rossoverdi, che hanno vinto 23 partite su 30 finora disputate, rimediando nel complesso una sola sconfitta. Undici le vittorie in trasferta su 15 incontri giocati.

La squadra di Lucarelli vanta anche il miglior attacco della serie C, con ben 74 gol segnati, e una delle migliori difese, con appena 22 gol subiti.